Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Un'opera sull'enigma stesso della vita, questo romanzo di Gasponi. Delitti, misteri, colpi di scena, farebbero pensare quasi a un thriller, mentre l'approfondimento dei personaggi è degno di un romanzo psicologico. Ma è il segreto terribile e affascinante della vita stessa che pervade ogni pagina e lega assieme il tutto.
Difficile riconoscere il vero protagonista di questa storia. E' forse Francesco, l'artista afflitto da una crisi esistenziale, l'innocente maltrattato dalla sorte che pretende ora un "Responsabile"? O è forse Leonardo, il suo inquilino, un uomo apparso dal nulla e che nulla sembra turbare, la cui gioia interiore è il segreto che il suo amico vorrebbe carpire?
Diverse figure femminili segnano la vita di Francesco e proprio nell'amore l'uomo cerca rifugio dalle tempeste della vita. Ma una sorte capricciosa sembra beffarlo, gli eventi corrono imprevedibili, sfuggono prima che Francesco riesca a trovarvi un senso, una risposta. "Non ci sono risposte per chi non pone le domande giuste", ripete Leonardo nelle conversazioni in trattoria.
La città stessa entra dialetticamente in gioco con la narrazione. Con i suoi tremila anni di storia, Roma inserisce il racconto in una cornice temporale dove le vicende dei personaggi assumono profondità, divengono emblematiche del dramma stesso dell'uomo.

Commento:
Una trama che espone già tutti gli elementi che compongono questo intenso romanzo e che pone una domanda: chi è il protagonista di Nati d'inverno? Semplice: non c'è un solo protagonista, perché quello di Gasponi è una sorta di complesso mosaico in cui tante vite si intrecciano e ciascuna di esse è descritta nella sua interezza, formando una storia a sé che si interseca, in modo fluido e lineare, alle altre.
Francesco, ma prima di lui sua madre ed i suoi zii, con l'intricata vicenda che li coinvolge; l'enigmatico Leonardo ed il pacato Enrico; Antonia ed il suo tormentato padre; Adriana ed il misterioso Bettino... Un grappolo di persone alla ricerca di qualcosa, ma cosa?
Nati d'inverno è un libro che pone delle domande e ruota intorno alla ricerca di un senso all'esistenza, di risposte alle tante domande che affollano l'animo umano ma anche alla ricerca di quel Dio che, se c'è, sembra essere poco interessato alle vicende terrene e allora... sarebbe forse meglio avere la certezza che non c'è nulla, per non illudersi oppure credere e sperare?
L'autore non parla però di religione, ma piuttosto della difficoltà che si incontra oggi a credere in qualcosa o semplicemente ad andare oltre il mero materialismo. Ma Gasponi parla anche di rinascita, di uomini e donne che cercano un senso alla propria esistenza e che, tra cadute e nuovi tentativi, inseguono quella serenità che non tutti, purtroppo, riescono a trovare.
Il sostegno verso gli altri, l'amicizia e l'amore sono gli altri temi importanti toccati da Gasponi, così come la sofferenza e il desiderio di porre fine - una volta per tutte - al dolore ed al senso di vuoto che a volte ci coglie. Un mosaico, quindi, non solo per le tante storie che racchiude, ma anche per i numerosi temi affrontati, nessuno dei quali predomina sull'altro. Quel che forse più si percepisce è la mancanza di certezze in ogni ambito, quel senso di temporaneità che, in fondo, è caratteristica propria della vita, dove ogni cosa può finire da un momento all'altro. Nonostante questo, però, si avverte un senso di speranza, percepibile dalle esperienze dei protagonisti che, in maggioranza, rinascono dopo aver trovato un qualche percorso positivo da seguire.
Dà sfondo a tutto Roma, la città eterna, che ha quasi la stessa importanza degli altri protagonisti, ottimamente caratterizzati loro e splendidamente descritta lei, con le sue piazze, i monumenti, quell'atmosfera che da secoli la caratterizza.
Un romanzo su più piani, non solo temporali (per il lungo arco di tempo che copre) ma anche di interpretazione: un piano materiale fatto di amori, amicizie, invidie, omicidi, follia e un piano spirituale, dove si agitano tutte le incertezze, le domande ed i timori di ogni uomo.
Nati d'inverno è un romanzo profondo ed intenso che, nonostante qualche ingenuità ed alcuni passaggi poco realistici, ha un enorme merito: quello di rappresentare l'uomo di oggi con i suoi tormenti e la sua ricerca di verità e senso dell'esistenza, un romanzo che riesce a scavare nell'animo di ciascun lettore quasi senza che questo se ne accorga, perché coinvolto dalla storia intrigante, ben scritta e ricca di colpi di scena che Gasponi gli propone. Da leggere!
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy