Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Dopo una settimana di vacanza, che sarebbero cinque secoli di tempo terrestre, Dio torna in ufficio, ancora col cappello di paglia e la camicia a quadri. Era andato in vacanza, a pescare, in pieno Rinascimento, quando i terrestri scoprivano un continente alla settimana, e sembrava andasse tutto a gonfie vele. Al suo ritorno però, il quadro che gli fanno i suoi ha del catastrofico: il pianeta ridotto a un immondezzaio, genocidi come se piovesse, preti che molestano i bambini... "Che c...o sta succedendo sulla Terra?". Dio non è solo ultradepresso. E' anche furibondo. L'unica soluzione, pensa, è rispedire sulla Terra quello strafatto di suo figlio.
"Sei sicuro sia una buona idea?" - gli chiede Gesù. "Non ti ricordi cosa è successo l'altra volta?". Ma Dio è irremovibile. Così Gesù Cristo piomba a New York, tra sballoni e drop out di ogni tipo. E cerca, come può, di dare una mano agli sfigati della Terra.
Il ragazzo non sa fare niente, eccetto suonare la chitarra. E riesce a finire in un programma di talenti alla tv. Un gran bel modo per fare arrivare il suo messaggio a un sacco di gente. Ma, come già in passato, anche oggi chi sta dalla parte dei marginali non è propriamente ben visto dalle autorità.

Commento:
Sopra le righe, irriverente, ironico, con A volte ritorno J. Niven fa un ritratto decisamente realistico - e quindi duro e crudele - della società moderna e dei suoi tanti difetti. Con tono provocatorio, l'autore analizza tutto quel che succede sulla Terra, descrivendo in modo dissacrante non solo le tante manchevolezze umane ma la Chiesa stessa, le altre religioni, i santi, gli assurdi tabù, le folli teorie su questo o quell'argomento...
Dagli innumerevoli credo religiosi sviluppatisi nel corso del tempo, alla tratta degli esseri umani, dal costringere le donne ad andarsene in giro infilate in un sacco al considerare il Papa come rappresentante di Dio sulla Terra ("Con c...o!" pare sia stato il commento di Dio quando lo ha scoperto), ecco che cinque secoli di storia umana vengono analizzati (e ridicolizzati!) da Lui e dal suo team, mentre durante una lunga riunione - comprensiva di tramezzini, caffè, ciambelle e qualche canna - si cerca di trovare una soluzione ai problemi che hanno travolto il nostro pianeta. Alla fine, l'unica è rimandare Gesù quaggiù.
Inizia così una nuova vita terrena per Cristo che, pieno di buona volontà, cerca come può di aiutare gli emarginati: drogati, barboni, gay, reduci di guerra... Come è giusto che sia, il figlio di Dio non fa distinzioni, aiuta chiunque ma cerca soprattutto di portare agli uomini il vero e unico comandamento dato da Dio a Mosè (prima che Mosè, facendo di testa sua, se ne inventasse dieci di sana pianta!), che diceva semplicemente "Fate i bravi".
Una storia davvero particolare, con un linguaggio giovane e moderno che, se anche può apparire un po' eccessivo quando descrive Dio e i suoi in Paradiso (dove canne e parolacce fioccano), è però davvero calzante quando si parla della nostra quotidianità, perché rispecchia il linguaggio attuale. La Terra distrutta dall'uomo per interesse; reality strappalacrime, pronti a parlare di tutto pur di fare audince; gare il cui finale è già deciso prima ancora di iniziare, anche se nessuno lo ammetterebbe mai; persone disposte a tutto per denaro e potere ma anche persone emarginate e abbandonate; gente che finge di non vedere i poveri per non dover dare una mano; bambini trascurati, feriti, violentati...
A volte ritorno è un romanzo che - tra una canna e una canzone, con tanta ironia e strappando innumerevoli sorrisi - descrive le follie umane ma ci ricorda anche il vero valore dell'amicizia, del fare qualcosa per gli altri senza secondi fini, dell'amore incondizionato e fine a se stesso. E' su queste cose che si dovrebbe basare la propria vita, indipendentemente dalla religione in cui si crede perché a Dio non gliene frega una beata mazza se la gente crede in Lui o no, gli basta che la gente rispetti il suo unico comandamento: Fate i bravi.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy