Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Chiunque si avvicini con onestà intellettuale a questo argomento vi ritrova tendenze millenarie, antiche, radicate: la stessa mitologia ci ha consegnato archetipi culturali - cioè idee, immaginazioni, figure - della donna come incarnazione della corporeità, della tentazione e nello stesso tempo della fragilità, dell'insidia, della sottomissione alla violenza dell'uomo in quanto espressione di una condizione originale, nativa, quasi istintiva. Donna fonte di vita e donna fonte di peccato: questa è forse l'icona più radicata nell'immaginario collettivo, da sempre. Questa premessa inquadra brevemente una concezione storicamente scontata di inferiorità, difficile da scalfire e superare, quasi atavica, di cui il fenomeno della prostituzione è uno degli aspetti più rilevanti e tangibilmente accertati. Ciò che il lettore trova in questo libro non intende espressamente contribuire alle argomentazioni proprie della denuncia sociale, alla stesura di statistiche o ad un approccio che studi l'etica sociale del problema. L'autore si affida alla narrazione di vicende umane, a storie brevi ma intense o accenna a condizioni esistenziali problematiche sulle quali non è difficile per chi legge esercitare un atto di intuizione e lo fa con lo scopo esclusivo di suscitare sentimenti, di ispirare riflessioni, di maturare il senso di umanità. Un libro lontano dai facili moralismi che non stimola giudizi ma coinvolgimenti emotivi per capire e far capire che nelle pieghe di ogni storia c'è posto per una gamma infinita di sentimenti: dall'ironia, alla pietà, alla vergogna, all'abiezione fino all'orrore. E che la soluzione - se mai ce ne sarà una - non consiste nel ricacciare "tutte a casa" ma nell'aprire i cuori e le coscienze alla benevolenza, al rispetto e alla umana comprensione della vita altrui.

Commento:
In una carrellata di storie difficili, l'autore ci accompagna in un viaggio tutto al femminile, dove la donna, sin dalla più tenera età, è la protagonista delle dolorose vicende che segnano il suo vissuto. Attualissime nella loro variegata natura, le vite bruciate fanno parte di un mondo non lontano dalla nostra porta di casa, e inducono il lettore a riflettere su stili di vita e atteggiamenti spesso troppo facili da giudicare e condannare.
Le violenze psicologiche e corporali spesso consumate tra le mura domestiche; la vendita imposta o necessaria di un corpo femminile; il perbenismo dei padri e dei nonni che cullano figli e nipoti per poi orientarsi sulle carezze moleste a giovani vittime... Queste e tante altre sono le storie che ci raccontano in maniera semplice e cruda un universo spesso sommerso, che facciamo finta di non vedere, ma reale, e dietro l'angolo a noi più vicino.
Una piccola riflessione ad andare oltre le apparenze, a soffermarci sullo sguardo di una donna di strada o di un'adolescente difficile, più che sul loro pessimo gusto nel vestiario o sul corpo seminudo. Forse la vita ha scelto per loro.
(V.D.L.)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy