Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


I VESSILLI DEL CIELO. La crociata contro i catari
di Elga Battaglini


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Webster.it




  • Genere: Romanzo storico

    Trama:
    Montségur, 1244. La fortezza dei Catari è sotto assedio. I nuovi crociati di Luigi IX sono pronti a sconfiggere per sempre l'eresia. Aymeric de Belissen, valoroso condottiero cattolico schierato dalla parte degli oppressi e Guiraut de Bernat, trovatore alle prime armi, combattono gli usurpatori per motivi diversi. Guiraut per la libertà della sua terra, Aymeric per amore di Beatriz, che per seguirlo ha abbandonato all'ultimo l'altare. Il promesso sposo era l'arrogante giustiziere dell'Inquisizione, che non dimenticherà l'affronto finché non sarà lavato nel sangue.
    Dalla grande Storia alle piccole vicende di uomini e donne che parlano un linguaggio universale, immutato nel tempo e nello spazio: l'amore.

    Commento:
    Con un romanzo che mescola sapientemente fantasia e realtà, la Battaglini ci riporta indietro nel tempo, all'epoca delle Crociate, per raccontarci una storia che non parla solo di guerre religiose ma anche d'amore, d'amicizia, di fede, di rispetto verso gli altri.
    I vessilli del cielo è un libro coinvolgente e completo da ogni punto di vista, non solo per l'ampiezza dei temi trattati, ma per la cura dimostrata dall'autrice sia nella caratterizzazione dei personaggi e nell'esposizione dei loro sentimenti, sia nell'abilissima ricostruzione storica che consente al lettore di tuffarsi, letteralmente, nell'epoca teatro del romanzo.
    L'ambientazione storica è, infatti, molto precisa ed arricchita da dettagli che dimostrano tutto il lavoro che sta dietro alla stesura della trama: dai termini dialettali del periodo alle canzoni dei trovatori che introducono i vari capitoli, senza dimenticare le belle descrizioni della vita di allora, sia per i signori che per il popolo (basta soffermarsi a leggere le pagine in cui i ragazzi si intrattengono a far musica o le scene di lavoro nei campi). Ogni cosa è narrata in modo così vivido, da presentarsi come una foto agli occhi del lettore (scena di caccia ad un capriolo, pagina 16: Poi lo videro: aveva tentato di saltare uno sperone di roccia ma era caduto malamente, spezzandosi le zampe anteriori. Tentava di rialzarsi, volgendo attorno gli occhi folli di terrore nella disperata ricerca di una via di fuga; il torace dell'animale si alzava e abbassava velocemente e nel morbido collo le vene in evidenza pulsavano all'impazzata, un lungo tremito convulso lo scuoteva a intervalli regolari).
    L'autrice arricchisce inoltre la sua opera con tutti i riferimenti necessari a comprendere pienamente gli eventi, fornendo - nelle pagine conclusive - le note storiche, i riferimenti principali ai personaggi realmente esistiti ed alle località citate, ed anche un glossario che spiega i termini in uso nel 1200 e da lei utilizzati.
    Il risultato finale è un libro godibilissimo ed avvincente, che mescola alla crudezza delle scene di guerra, il calore dell'amicizia e dell'amore, passando poi per il campo della fede allo scopo di ricordarci come, molto spesso, proprio coloro che avrebbero dovuto preoccuparsi dell'aspetto spirituale della vita, si siano invece rivelati i principali artefici di morte e disperazione, fin troppo legati ai beni terreni per dedicarsi anche all'anima.
    Un romanzo davvero coinvolgente e accurato, assolutamente da leggere.
    (Maria Guidi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy