Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Gialli e polizieschi

Trama:
Londra, anni Settanta. Felix Laski, proprietario di una grande azienda le cui fondamenta poggiano su traffici illegali, tenta con una manovra spregiudicata di entrare nel vorticoso mercato azionario. In questa difficile scalata gli sarà di grande aiuto l'amicizia di Tony Cox, un criminale di professione impegnato in una lotta senza quartiere alla conquista del mondo della finanza e disposto a usare la violenza come arma e splendide donne come pedine per carpire informazioni top secret a ingenui personaggi come Tim Fitzpeterson, sottosegretario al ministero per l'Energia. Nel breve arco di una giornata tutti i nodi vengono al pettine: le fortune e i destini si decidono e mutano in pochi minuti; gli uomini rivelano, di fronte a situazioni estreme, la loro forza e le loro debolezze. Un Follett di classe alle prese con l'esclusivo e avvincente mondo del giornalismo, della borsa e della finanza.

Commento:
Una trama leggera, inizialmente disconnessa, comincia infatti raccontando cosa fanno alle 6:00 del mattino un certo numero di persone, che apparentemente non hanno alcun legame fra loro. La città si sveglia ed ognuno inizia la giornata a proprio modo. Nei primi capitoli si fa anche fatica a tenere in mente i nomi di questi personaggi che vengono poi rivisti uno per uno nuovamente alle 8:00, poi alle 10:00, alle 12:00, ecc. Man mano che la giornata va avanti il collegamento fra i vari personaggi, di diverso ceto sociale e appartenenti a contesti diversi, diventa sempre più evidente. Ci si trova quindi nel bel mezzo di intrighi finanziari ed amorosi che si sviluppano nell'arco di un solo giorno.
Si gode con scorrevolezza questo intreccio narrativo, che induce il lettore a una riflessione sull'etica dei protagonisti e sulle scelte che saranno la manifestazione della loro integrità o corruzione. Una trama incalzante ma al tempo stesso senza brusche accelerate e assolutamente senza colpi di scena, neanche nel finale, forse per questo è considerato uno dei peggiori romanzi di K. Follett, ma resta comunque un libro piacevole se letto senza interruzioni.
(Norberto Loricati)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy