Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Poesia

Trama:
Di che cosa parla questa raccolta dai versi asciutti, eleganti e intensi, che spazia nella geografia e nella storia e che mette a confronto voci, persone, esperienze, vicende e racconti? Parla di viaggi: per esempio quello di Darwin verso le Galapagos o di pellegrini medioevali verso Roma. Parla di viaggiatori ed esploratori: Ulisse, Guglielmo di Rubruck, Marco Polo, Colombo, Amerigo Vespucci, Magellano e Pigafetta, Bartolomé de Las Casas, Matteo Ricci, Livingstone e Stanley, Vittorio Bottego. Con "Le anime di Marco Polo" Giancarlo Baroni ci parla dunque di luoghi vicini e distanti, di paesi reali e di posti immaginari, di oceani e di deserti, e lo fa con il timbro di una voce poetica tanto misurata quanto autentica, in cui lo sguardo diacronico che attraversa le dimensioni del tempo coglie e trattiene emozioni e suggestioni che scavalcano spazio e tempo. E un'ampia sezione del libro è dedicata alle città italiane con i loro santi i quali, come scrive Cardarelli, "son sempre fuori a compiere miracoli".

Recensione:
La poesia può raccontare, al pari della prosa, eventi, vite, tragedie, paure, grandi scoperte, immensi dolori e epiche gesta.
E lo fa descrivendo un frammento, un dettaglio, un singolo attimo o una particolare emozione, che, nel piccolo ha le peculiarità di un'intera storia, una sconfinata landa o una complessa personalità di cui è parte.
Il Poeta capace, riesce attraverso poche strofe a raccontare ciò che la prosa fa in più pagine.
Giancarlo Baroni ci dona, con i suoi versi, delle testimonianze, delle storie.
"Le Anime di Marco Polo", pubblicato da Book Editore, è una preziosa opera costituita da 71 poesie, suddivise in 13 capitoli di diversa ampiezza.
La strofa maggiormente utilizzata è la terzina, con verso libero e la totale assenza di rime.
Lessico prosaico, poco aulico, ma "colto", scelto con attenzione.
Volutamente il ritmo si dilata e si restringe di frase in frase.
Argomento della raccolta è il viaggio, inteso come testimonianza di grandi esploratori, ma anche descrizione di città, luoghi in un determinato momento storico e posti immaginari.
Si è così accompagnati alla scoperta dell'America o nell'Oriente più inoltrato; ma anche al riparo dalle bombe durante la seconda guerra mondiale.
Il punto di vista dell'autore è sempre narrativo, descrittivo, non si rivela mai in prima persona, ma fa parlare i propri personaggi che mostrano emozioni e personalità profonde e complesse.
Gli elevati contenuti artistici, rendono la raccolta un'opera di alto livello.
Atmosfere nitide, sia nella cupezza che nella solarità, malinconia e vivacità si alternano, così come passato, presente, vicinanza e lontananza.
Particolare attenzione va dedicata al capitolo "Incontri/Apparizioni", forse il più onirico e astratto; come un accordo sospeso, ci mantiene in un limbo percettivo ed evocativo, grazie alla tecnica poetica e alla capacità descrittiva dell'autore.
Estremamente efficace la sezione "La Città dei Santi"; la lettrice e il lettore potranno riconoscere sin dalla prima strofa le nostre città, con i loro pregi, i loro difetti e il forte legame al passato, così riconoscibile nelle nostre vie.
Un'opera bellissima, profonda, colta, da leggere e rileggere, permettendo alla natura artistica che la caratterizza, di accendere dentro noi la voglia sognatrice di viaggiare e riflettere sulla vita e sulle vite che, in ogni parte del mondo, hanno creato e creano il nostro essere.
(Paolo Tognola)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy