Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Il tarlo. Le indagini del maresciallo Licata
di Salvatore Galvano

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Ciesse Edizioni - 208 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Giallo

    Trama:
    All'interno del Ministero della Difesa, sorvegliato dai carabinieri, tutto appare tranquillo, ma durante un'ispezione viene ritrovato il corpo esanime di un generale. Tutto fa pensare si sia trattato di un malore, eppure la vicenda non convince il maresciallo Licata, grande esperto di omicidi, che inizia a indagare. Diversi colpi di scena imporranno una battuta d'arresto alle indagini e la matassa si sbroglierà solo nell'ultimo capitolo, grazie all'acume logico e all'intuito investigativo di Licata.

    Commento:
    Durante un normale giro di perlustrazione in un ufficio ministeriale, due carabineri trovano il cadavere di un alto ufficiale morto in modo apparentemente inspiegabile… inizia così l'indagine affidata al maresciallo Licata, un acuto e capace osservatore, dai modi fini e gentili, sensibile alla bellezza femminile, ma la sua correttezza morale non gli permette di tradire la moglie di cui è molto innamorato.
    La trama è interessante, ben articolata e con i giusti punti oscuri che mantengono alta l'attenzione del lettore, ma la cosa bella di questo libro sono soprattutto i personaggi con le loro caratterizzazioni, i dialoghi, le ambientazioni e il modo in cui viene condotta l'indagine, al punto che la trama, per quanto interessante, passa persino in secondo piano, proprio come in un episodio del commissario Montalbano (similitudine usata dallo stesso autore).
    I dialoghi sono condotti in modo informale, diretto, spesso con l'inserimento di qualche parola dialettale e qualche battuta, proprio come accadrebbe fra persone normali, senza nulla di pomposo o artefatto, cosa, questa, che permette al lettore di entrare nelle scene e, dopo un po', sembra quasi di conoscere le abitudini e i modi di fare di ognuno e di vedere fisicamente i protagonisti come se si stesse assistendo ad un film poliziesco.
    Il rapporto fra i colleghi coinvolti nelle indagini è fatto di tanto rispetto reciproco per le capacità e le competenze individuali, indipendentemente dai gradi e dai ruoli rivestiti; questa parte forse ammicca di più alle serie televisive americane, dove si vedono sempre squadre di investigatori molto collaborativi che costituiscono una grande famiglia, con ambienti di lavoro ben affiatati, dove ognuno è pronto a sostenere l'altro.
    Il finale è certamente degno di un bel giallo, dove tutte le ipotesi fatte durante la lettura crollano per andare incontro ad una soluzione che solo il nostro maresciallo poteva individuare.
    Sicuramente traspare una profonda stima dell'autore per l'arma dei carabinieri, mostrando persone precise, attente, disponibili a qualsiasi ora, anche nei giorni festivi, pur di svolgere nel migliore dei modi il proprio dovere. Un elogio a tutti coloro che per seguire il lavoro vivono lontani dagli affetti familiari ed hanno una completa dedizione per quello che non è semplicemente un impegno lavorativo, ma un dovere civico, quasi una missione al servizio della giustizia.
    Gente capace di vedere il lato umano anche in un atto criminale, comprendendo quelle motivazioni e debolezze che possono scatenare rabbia o vendetta, dove il colpevole diventa egli stesso una vittima degli eventi, e per questo va difeso sempre e comunque, almeno nella sua dignità di individuo.
    Una lettura piacevole, dunque, consigliata a chi ama il genere giallo e poliziesco.
    (Norberto Loricati)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy