Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Storie vere

Trama:
Maria Luisa Semi, una bambina piccola molto amata dai propri genitori, figlia unica fino ai sette anni, ha vissuto l'infanzia coccolata ma anche considerata "una persona" capace di pensare, ragionare e prendere coscienza di quanto, in anni difficili, accadeva; gli avvenimenti familiari ed estranei sono sempre stati vissuti con partecipazione e in prima persona. Mai infatti le è stato detto o fatto capire che non fosse all'altezza, quanto in realtà non capiva era dovuto soltanto alla sua età e non alla considerazione da parte degli adulti.
Per questa sua attenta partecipazione, per il suo sentirsi bambina, ma non piccola del tutto, ha potuto, grazie anche alla sua fortunata memoria, rivivere, più che ricordare eventi che sembrano, e che sono lontani nel tempo, ma che per lei sono di costante attualità.

Commento:
Il titolo fa da richiamo al triste e buio periodo della Seconda Guerra Mondiale, ma Maria Luisa Semi narra quegli anni visti dai suoi occhi di bambina, raccontando episodi di vita quotidiana.
L'autrice afferma che questo libro nasce, più che per la divulgazione al pubblico, per piacere personale; inizialmente avrebbe voluto lasciarlo in un cassetto come ricordo per i propri figli, poi, rileggendo il tutto, si è resa conto dell'importanza di far conoscere un così rilevante momento storico - soprattutto ai giovani - e di attirare l'attenzione su quanto accaduto, perché mai più si ripeta.
Ciononostante, chi si aspetta di leggere una forma romanzata della storia studiata a scuola, resterà deluso. Quella che viene presentata è la quotidianità fatta di semplici gesti di vita domestica, che porta però il lettore a pensare a quanto sia cambiato il modo di vivere negli ultimi 60 anni.
Uno stile fluido e preciso che sviluppa, attorno a città come Padova, Piacenza, Venezia e Capodistria, una tela complessa di ricordi e di emozioni, un intreccio fitto di avvenimenti che coinvolgono una bambina e la sua famiglia in un mondo dilaniato dalla guerra e dalla paura dei tedeschi, fino alla liberazione per mano degli americani. Tutto un insieme di sentimenti che esplodono in queste poche pagine, esposte in modo asciutto e senza sbavature.
Un'opportunità per tutti di conoscere la nostra storia, per pensare a noi e a chi ci ha preceduto ed anche per riflettere sui mutamenti, nel bene e nel male, della nostra società.
(Benedetta Gigli)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy