Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Amicizia/Sentimenti

Trama:
Suonilontani è la storia di un bambino riportata da un bambino.
E' un racconto limpido e spontaneo che restituisce attraverso immagini, vibrazioni, suoni intensi e dimenticati, l'animo candido dell'infanzia.
La storia di Alberto Lanati è quella di una fanciullezza uguale eppure così diversa da tante altre, tempo discorde il suo all'interno del quale si confondono mescolandosi la scoperta, il gioco, ma anche la paura dell'abbandono, i dubbi, le speranze, le domande e il mistero del mondo inafferrabile che con benevolenza lo custodisce e al tempo stesso inspiegabilmente lo circonda.
Sono queste le suggestioni che scaturiscono da una infanzia ostacolata e privata temporaneamente degli affetti più grandi e dove solo la purezza, dono supremo, è in grado di preservare e proteggere i desideri e i sogni che altrimenti andrebbero perduti.

Commento:
Dopo Il buio alla finestra, A. Mazziotta torna con un romanzo delicato, la cui voce narrante è quella di un bambino che, con la sua ingenuità e il candore tipico dei fanciulli, si apre al mondo e cerca di comprendere ciò che non conosce.
Alberto, il piccolo protagonista, si ritrova improvvisamente a vivere un'esistenza nuova, lasciato in istituto insieme ad altri bambini "bastardi o figli di ...", ma lui una mamma ce l'ha. Perché si trova lì?
In questi giorni nuovi, diversi da quelli che ha sempre vissuto e senza la madre, la presenza di ragazzi più vissuti di lui, lo aiuterà a comprendere cosa sta accadendo e gli insegnerà il valore dell'amicizia. Molto bella la figura di Giulio, qualche anno più grande, che avvicina Alberto alla realtà ma senza distruggerne le speranze.
Il romanzo è fluido, veloce e, nonostante qualche piccola imperfezione, con uno stile fresco e coinvolgente; sembra quasi di sentire la vocina del protagonista che racconta, con dolcezza ma senza eccessivo sentimentalismo, cosa è accaduto, con quel modo diretto di narrare - senza fronzoli né giri di parole - tipico dei bambini.
Una storia toccante, il cui finale (forse un po' troppo veloce) ci ricorda che, molto spesso, i bambini hanno una profondità d'animo tanto più grande di quel che gli adulti immaginano. Molto bello.
(Maria Guidi)

Dello stesso autore:
Il buio alla finestra



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy