Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


SONO MODESTO E ME NE VANTO. Nonsensi, controsensi e paradossi apparenti
di Claudio Nutrito


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Webster.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it




  • Genere: Manuali

    Trama:
    Nonsensi, controsensi, paradossi... Non sono solo negli aforismi di molti autori, ma anche in molte situazioni reali, esposte nel libro (il "diritto al biberon" rivendicato dagli adulti, il consenso che produce conflitto, le bizzarre situazioni del "dì che ti mando io", la nostalgia per un passato che non si è conosciuto, la censura "alla rovescia", eccetera). Spesso si scopre un "senso dietro il controsenso".
    I paradossi, infatti, possono svelarci, in maniera pungente, una verità o, meglio, un'altra verità. Così come si può scorgere un aspetto paradossale dietro realtà che si presentano come ovvie, logiche, consolidate. Nonsensi, controsensi, paradossi sono comunque ingredienti che aggiungono gusto e relax alla vita quotidiana. E il libro ci mostra anche come crearne noi stessi con il gioco "paradossi fai-da-te". E un esercizio divertente. E anche utile, perché un paradosso fa riflettere chi lo formula.

    Commento:
    Ancora una volta Claudio Nutrito, giornalista e formatore manageriale, torna con in libro interessante, quasi umoristico ma che fa decisamente riflettere.
    Quanti sono i nonsensi, controsensi e paradossi nei quali ci imbattiamo ogni giorno? E sono davvero così insensati oppure, scavando un po' oltre la superficie, di senso ne hanno fin troppo ed altrettanto significato?
    In poco più di cento pagine, Sono modesto e me ne vanto racchiude parecchio materiale su cui soffermarsi a pensare, partendo già dal primo capitolo, Cento paradossi d'autore, che riporta, appunto, citazioni famose e apparentemente paradossali.
    Particolarmente stimolante risulta il secondo capitolo, Pardossi fai-da-te, nel quale Nutrito ci spiega come inventare dei paradossi per ogni occasione, sia per dare un po' di sapore alla quotidianità, sia per rispondere in modo più o meno velato a domande e richieste a volte imbarazzanti.
    Tra esempi, citazioni ed esercizi da provare in autonomia per inventarsi frasi ad hoc per ciascuno di noi, i nove brevi capitoli scorrono via veloci, facendoci si riflettere, ma anche divertendoci e, in qualche modo, costringendoci a ragionare su atteggiamenti spesso adottati senza pensare e senza renderci conto delle conseguenze.
    Un esempio di ciò è rappresentato dal sesto capitolo, Benvenuti a Monghidoro, dove illustrando differenti situazioni l'autore ci mette di fronte al fatto che, molto spesso, acconsentire troppo alle richieste altrui non serve a favorire pace e serenità, ma piuttosto a scatenare malcontento e generare ripercussioni negative di vario tipo. Nello stesso capitolo è spiegato anche, in modo semplice, come evitare di cadere in questo paradosso di Monghidoro in cui tutti, più o meno frequentemente, inciampiamo.
    Un libro utile, piacevole ed istruttivo, come tutti quelli che lo hanno preceduto.
    (Maria Guidi)

    Dello stesso autore:
    Dillo con parole sue
    Non ho niente da dire, ma so come dirlo
    Lo davo per scontato. Ora non più
    I due magnifici insolenti



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy