Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
"Radio Red. La stagione dell'occupazione" è un vivace spaccato sul conflitto sociale e culturale dalle venature passionali e ruvide, è l'occupazione di spazi in disuso convertiti in spazi di socializzazione.
Il linguaggio utilizzato, politicamente scorretto come lo è il conflitto giovanile, riesce a ricreare le dinamiche linguistiche di una narrazione che ripercorre lo viluppo di questi ultimi anni di lotte.

Commento:
La nascita di un'emittente radiofonica decisamente alternativa alle logiche commerciali, impegnata piuttosto nel dare voce al disagio e alle emergenze sociali, offre lo spunto a Luca Benvenga per il suo primo romanzo.
Siamo nel 2003: dopo il G8 di Genova, sull'onda delle proteste studentesche e delle manifestazioni pacifiste sviluppatesi in quei giorni, in un quartiere popolare romano un gruppo di ragazzi occupa abusivamente uno stabilimento industriale abbandonato, diventato luogo di spaccio e consumo di droga.
In quel fabbricato nasce Radio Red, emittente radiofonica militante, attorno alla quale i fondatori si propongono di mobilitare le energie di gruppi spontanei di studenti, lavoratori, disoccupati, delusi dalla situazione politica e sociale, ai quali dare voce e rappresentanza.
Con un linguaggio assolutamente originale, estremamente realistico ed adeguato all'ambiente e ai personaggi descritti, l'autore racconta le difficoltà affrontate, le soddisfazioni e le delusioni legate alla crescita di un movimento attorno alla radio, spesso pieno di contraddizioni, ma fervido di iniziative e momenti di forte aggregazione.
L'impegno politico non legato a strutture di partito, ma sinceramente volto a rappresentare le istanze più urgenti dei meno tutelati, costituisce il tratto caratteristico di tutte le attività programmate, quali assemblee, dibattiti, incontri e manifestazioni.
L'avventura, come era purtroppo prevedibile, termina però dopo meno di un anno, con l'intervento delle autorità che pongono fine all'occupazione; resta l'amarezza, ma anche la consapevolezza della necessità di continuare la lotta sotto altre forme e con altri mezzi.
Radio Red è un romanzo breve ed appassionante, realistico nella descrizione di un periodo storico particolare, caratterizzato dall'incertezza sul futuro, unita alla speranza di poter un giorno modificare questa realtà in senso positivo.
(A.S.R.)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy