Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Horror/Mistery

Trama:
"La paura è un meccanismo primordiale che serve a salvarci da situazioni che altrimenti metterebbero a rischio la nostra esistenza. E' nostra amica, non dobbiamo temerla, dobbiamo rispettarla".
E la paura è il sentimento su cui si basano questi racconti, che attingono a piene mani dalla polla dei mostri che popola l'intera arte orrorifica Novecentesca. Il Male, in tutte le sue possibili forme, assale i protagonisti di queste storie, spesso costringendoli a confrontarsi con zone d'ombra della propria psiche oscure e inquietanti, e mettendone a nudo un'anima non sempre pura e incorrotta. Facendo leva sugli archetipi della letteratura del terrore, l'autrice ci regala un esordio narrativo di fortissimo impatto emozionale, non adatto ai deboli di cuore...

Commento:
Nonostante Onirica sia l'opera di esordio di Aurora Stella, ci si trova di fronte ad un libro davvero valido, una raccolta di racconti horror che cattura il lettore e riesce ad avvincerlo, senza però eccedere con la violenza, col sangue o con altri trucchetti simili.
L'autrice gioca in casa, decidendo di ambientare le sue storie nella capitale e nei suoi dintorni e puntando tutto sulle sensazioni, sul detto-non-detto che trasmette, se ben utilizzato, più ansia e timore di qualsiasi mostro.
I racconti che costituiscono la raccolta prendono spunto, come spiega la stessa Stella nella premessa, un po' da incubi e un po' da fatti realmente accaduti, chiaramente rivisitati in chiave horror. Il risultato è quello di dar vita a storie fin troppo reali (come Il mostro) oppure pervase da un'aura di mistero che le rende affascinanti ma sempre credibili (bellissimi I racconti del gatto nero).
Ciò che maggiormente trasuda dalle vicende descritte - a parte la paura, ovviamente - è una gran voglia di giustizia: il desiderio di vedere il bene che vince sul male, il cattivo che viene punito, le cose che volgono al meglio... Racconti diversi in cui horror, fantasy e fantascienza di tanto in tanto si intrecciano, dando vita a storie che generano nel lettore proprio quel che si aspetta da un libro del genere: un po' di ansia, un po' di timore, quella sensazione che tutto possa accadere anche se non si ha chiaro il motivo.
Gioca sulle percezioni l'autirce, sulla sensazione di pericolo e sui timori nascosti di ciascuno di noi e lo fa davvero bene perché, a parte qualche ingenuità (assolutamente trascurabile, soprattutto in un'opera di esordio), Onirica è un libro piacevolissimo, di cui ogni racconto lascia traccia di sé.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy