Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Thriller

Trama:
Le cicatrici sul volto e il gelo nell'anima, il giornalista Henning Juul torna al lavoro ma non alla vita dopo il misterioso incendio in cui ha perso il figlio. Ad attenderlo il caso che ha sconvolto la pacifica Oslo, un delitto che richiama i rituali della Shari'a e ha il volto della giovane Henriette Hagerup. Polizia e media battono ogni pista plausibile, tutti gli indizi portano a Mahmoud, il fidanzato pachistano legato alle bande del narcotraffico, ma chi era veramente la bella studentessa di cinema, così ammirata, così intrigante nel suo talento anticonformista? E cosa nasconde il film sull'islam che stava girando insieme all'amica Anette? In un crescendo di tensione, la trama di morte si infittisce intorno a un'indagine che diventa per Henning un faccia a faccia con i propri fantasmi, fino al brusco risveglio che ha il cacciatore quando si accorge di essere la preda.

Commento:
Morte apparente è il primo romanzo che ha per protagonista Henning Juul, giornalista della testata on line 123news; di questo libro sono già stati venduti i diritti cinematografici, cosa che non stupisce affatto dopo aver letto il romanzo.
Thomas Enger ha infatti uno stile narrativo davvero avvincente, che riesce a coinvolgere il lettore dall'inizio alla fine, sia che descriva i contorni della storia (ambienti, vicende passate che fanno da sfondo, caratteri, ecc.), sia che si cimenti nelle indagini, nei punti di maggior pathos o nella descrizione di emozioni e sentimenti provati dai protagonisti.
L'intreccio è ottimo, ogni piccolo apparente dettaglio trova, man mano che si procede nella lettura, la sua giusta collocazione e anche quel che, all'apparenza, sembrava una frase buttata lì per caso, si rivela invece un tassello perfettamente incastrato nella trama.
Il romanzo ha un doppio filo narrativo: il primo è quello legato all'agghiacciante omicidio, apparentemente rituale, su cui Henning Juul indaga, primo caso che gli viene affidato al suo rientro al lavoro, dopo l'assenza per un incendio che ha lasciato vistose cicatrici sul suo volto e gli ha portato via il figlio; il secondo riguarda invece proprio questo misterioso incendio che, come si scoprirà andando avanti con la lettura, il giornalista non considera affatto casuale.
Avvenimenti, persone e tessere del puzzle di una e dell'altra vicenda si alternano, formando un mosaico che, nelle ultime pagine, porterà alla risoluzione dell'omicidio ma lascerà aperta la strada alle ricerche personali di Juul.
Non resta che leggere anche i romanzi successivi di Enger, per scoprire cosa è davvero accaduto!
(Maria Guidi)

Dello stesso autore:
Dolore fantasma



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy