Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Ognuna delle storie di questa raccolta coglie un aspetto o descrive in modo del tutto originale una tradizione tipica della Sicilia d'un tempo, in modo che il lettore rimanga rapito e affascinato da vicende e personaggi del tutto verosimili solo fino a qualche decennio fa.

Commento:
Le figlie di Cristenzio, da cui il titolo del principale racconto di questo libro, sono le zie di Giuseppe Zambito e Cristenzio Ŕ il nonno. Aver parlato di loro Ŕ come "aver incorniciato per sempre il ricordo di un periodo felice della mia vita" dice lo scrittore.
Ed Ŕ proprio questa sensazione che ci accompagna lungo tutti i racconti: si fa un tuffo nel passato, si respira un'atmosfera che sa di antico e di vero, si condividono le abitudini e i modi di vivere propri della gente del tempo, ci si immerge in situazioni che potrebbero benissimo essere state vissute realmente da qualcuno dei nostri avi.
Ognuna delle storie di questa raccolta passa in rassegna tutti gli aspetti della tradizione siciliana d'un tempo, la sua vita, la sua cultura, attraverso fraintendimenti e situazioni al limite del paradossale. Il tutto viene descritto con un sorriso amaro, tra il divertimento e la sensazione di delusione e sconfitta, di destino inevitabile.
Proprio nel racconto Le figlie di Cristenzio, vincitore della sesta edizione del Concorso letterario "Granelli di Parole", l'autore fa narrare dalla voce di un ragazzino tutto quello che egli coglie attraverso un'attenta osservazione delle zie, sei sorelle, tornate a casa da ogni parte del mondo in occasione del funerale di una di loro.
Egli sente come la necessitÓ di raccogliere quegli attimi per imprimerli nella memoria e allora ogni gesto, ogni parola, ogni sguardo assume un significato preciso e fondamentale.
Questo libro Ŕ una dedica dell'autore non solo alla sua famiglia, ma anche alla sua Sicilia, ai suoi compaesani, una testimonianza della vita di persone realmente esistite che egli ha voluto trascrivere su carta.
(Benedetta Gigli)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy