Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Poesia

Trama:
Riccardo Bianco nasce a Pordenone nel 1977. Grazie alla lungimiranza del padre, la passione per il fantastico e la fantascienza lo travolge fin da piccolo, quando scopre il tesoro nascosto della piccola ma ben fornita libreria di casa, o meglio, di cantina. Da grande non perde il vizio, anzi, spinto dalla cerchia di amici che con lui condividono tale passione, inizia a produrre qualcosa di suo. Così, dopo qualche anno di produzione casereccia, nasce La tomba dei mutilati, fantasy gotico ispirato al mondo di Dungeons&Dragons, pubblicato nel 2009 da Runde Taarn e finalista al Premio Letterario Zenone. Nel 2010 pubblica con Zerounoundici Un sogno lungo una vita, raccolta di racconti onirici in collaborazione con Federico Squartecchia.
Arianna Pascot nasce a Pordenone nel 1976, in una piovosa giornata di ottobre. Incontra da subito la macchina fotografica, le diapositive e i negativi perché sempre presenti in casa. Sono passati gli anni e l'arte delle immagini continua a far parte della sua vita, diventando la sua passione principale. Pubblica i suoi lavori nella rete, ponendosi come obiettivo quello di guardare le cose da un punto di vista diverso, modificando la realtà dei piani e delle posizioni, stravolgendo i fotogrammi. L'angolo di Annaira è presente su Flickr, su Blogger e su Facebook.

Commento:
Quando poesia e fotografia si incontrano, ecco che viene fuori un'opera come In quieta mente che raccogliendo le foto di Arianna ed i versi di Riccardo, crea un insieme unico, delicato ed allo stesso tempo intenso.
Il filo che collega gli scatti di lei ai versi di lui a volte è lampante, in altre è invece più intimo e quindi meno immediato ma - che si tratti di colori, forme, riflessi o sfumature - il risultato finale è sempre molto bello ed emotivamente stimolante.
Riccardo Bianco, già cimentatosi con generi letterari del tutto diversi, si rivela una splendida sorpresa anche nel campo poetico, con versi toccanti e ricchi di significato.
Che si parli della vita oppure della morte, della superficialità che può distruggere un'esistenza o del trascorrere del tempo, d'amore o di solitudine, le sue parole sono sempre chiare ed i suoi versi appaiono diretti ed a volte taglienti, quasi brutali pur nella dolcezza che una poesia racchiude, come accade, ad esempio, in Fredda lama oppure in Semplicemente la fine.
Molto intensi anche i versi che parlano di ricordi e dello scorrere del tempo, rammentandoci che ...il passato muore per permetterci di vivere il presente, per essere chi vogliamo...
Suggestive le immagini della Pascot, che trasmettono pathos e poesia quasi come i versi di Bianco. Con giochi di luci e forme, con l'attenzione dedicata a dettagli che passano inosservati alla quasi totalità delle persone, Arianna riesce a rendere accattivante anche una fiammella, una goccia d'acqua, un'orma sulla sabbia...
Una raccolta delicata e bellissima, che trasmette i sentimenti dei due autori in modo diverso ma ugualmente chiaro, facendo si che la poesia trasudi non solo dai versi che ne compongono la parte testuale, ma dall'opera nella sua interezza.
(Maria Guidi)

Dello stesso autore:
Acque nere
La tomba dei mutilati
Un sogno lungo una vita



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy