Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Poesia

Trama:
La poesia è un rifugio, un'isola confortevole dove l'approdo felice mi porta all'introspezione.
Ed è in quest'isola che l'autore, attraverso le sue poesie aspetta altri naufraghi. Lettori bisognosi di condividere l'intimo sentire espresso in versi in modo semplice ma diretto.
L'amore, la morte, le proprie paure, il rifiuto alla guerra sono una parte dei pezzi di un puzzle che si chiama vita: quella di Giorgio Micheli.

Commento:
La raccolta di poesie di Micheli è quasi una finestra aperta sulla sua esistenza, squarci sulle emozioni grandi e piccole che la quotidianità gli fa provare.
Ecco allora che i pensieri vagano, passando dalle liriche d'amore per la persona amata o per i genitori, alle riflessioni sull'autunno; dai pensieri dedicati magari ad oggetti inanimati e all'apparenza "freddi" (Il mio bastone) fino a componimenti che sono urla di dolore o protesta contro le brutture della vita (Bugiardi!, No war, Olocausto o Ossigeno!, solo per citarne alcune); e ancora i ricordi, la morte, il tempo che passa inesorabile...
Molto delicata ed evocativa l'ode Il Natale di un passero: attraverso gli occhi del piccolo uccellino, sembra quasi di spiare in quella stessa finestra con lui, assaporando lo spettacolo che si intravede al di là dei vetri.
Altrettanto bella è Occhi di bimbo, da cui traspare l'innocenza del fanciullo ma anche la fiducia che egli nutre nella vita e nel futuro:
Un bimbo gioca su un manto erboso di un giardino di città.
Con insicurezza muove i suoi passi per la sua inesperienza,
ma ben più sicuri i suoi sorrisi per la gioia di esserci.
Uno sguardo furtivo alla madre che lo sorveglia
e poi ancora a trotterellare per il prato [...]

Poesie che parlano dei sentimenti provati dall'autore, certo, ma che sono comuni a tutti, ed ecco che il lettore non fa alcuna fatica nel riconoscersi in queste righe; poesie che - tranne in pochi casi che appaiono decisamente più ermetici - risultano lineari, semplici e arrivano quindi dritte al cuore.
(Maria Guidi)

Dello stesso autore:
Un vuoto incolmabile



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy