Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


EDUCATORI SENZA FRONTIERE. Diari di esperienze erranti
di don Antonio Mazzi, Cristina Mazza, Elisa Frezza, Gabriella Ballarini


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Webster.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it




  • Genere: Saggi

    Trama:
    Questo libro raccoglie le esperienze degli "educatori erranti" che hanno partecipato a progetti promossi dall'associazione "Educatori senza frontiere" in tutto il mondo. Racconti intensi, che aiutano a riflettere su un modo diverso di fare educazione: essere a servizio degli altri per individuare nuove prospettive di sviluppo umano, civile e culturale. Racconti di vita, che sono anche racconti di viaggio in zone povere, disagiate, lontane dagli itinerari turistici di massa. Un coro di voci diverse, con esperienze diverse, accomunate dal desiderio di trasformare il viaggio in una scoperta di sé e dell'altro attraverso le lenti dell'educazione.

    Commento:
    Educatori Senza Frontiere, sin dalla sua origine nel non lontano 2005, ha sempre avuto come presupposto fondamentale l'idea secondo la quale l'educazione è il potenziale irrinunciabile di ogni uomo e di ogni comunità. Scrive Cristina Mazza - che dirige ESF - che non esiste e non può esistere una superiorità di alcuni uomini o di alcuni popoli su altri, soprattutto in campo educativo.
    Questo è il trait d'union fra tutti i racconti di viaggio e le esperienze proposti in questo volume. Testimonianze raccolte negli angoli più remoti del mondo, dall'Angola al Madagascar, dal Ruanda alla Sierra Leone. Viaggio come metafora vivente e pedagogica; viaggio come impegno concreto e quotidiano; come mezzo per mettersi alla prova, per educare ma anche per scandagliare i meandri più nascosti della nostra psiche, per conoscersi un po' di più.
    Esperienze che in un modo o nell'altro trasformano chi le vive, ma anche chi le legge, e che modificano persino la nostra visione del mondo, spesso limitata ed egoistica.
    La povertà, la sporcizia e la miseria travolgono e stravolgono i viaggiatori-educatori; eppure, quando riescono a guardare con occhi diversi - non con pietà e senso di colpa, ma con compassione - solo allora vedono la persona prima del povero, prima dei piedi nudi, prima dei denti mancanti, prima dei vestiti logori. E allora le infinite e molteplici ragioni che li hanno spinti al viaggio trovano un'unica, semplice risposta: la voglia di cambiamento.
    Cambiare nel profondo, non dare più nulla per scontato, diventare uomini e donne migliori e più consapevoli, avere storie da raccontare. Testimoniare, perché educare è anche (o soprattutto?) testimoniare, perché la storia esiste solo se qualcuno la racconta.
    (Raffaella Galluzzi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy