Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Giallie polizieschi

Trama:
A Genova Nervi in una sera di pioggia due uomini vengono uccisi. Forse è la mala che regola i conti, oppure è la mafia o, ancora, si tratta di una torbida e inconfessabile faccenda. "Comarmo" un romanzo immaginato ne "La città vecchia", nella Genova dei caruggi, a Porto antico, a Boccadasse. Nello scenario "faberiano" del "se non sono gigli, son pur sempre figli, vittime di questo mondo" la polizia indaga e l'ispettore Comarmo, sbirro anomalo e di sinistra, tra un interrogatorio e l'altro attende giustizia per i fatti del G8 e, nelle notti insonni sotto la luna chiara di Zena, pensa a una donna di cui mai si sarebbe dovuto innamorare.

Commento:
Il giallo di Lazzerini ci permette di fare la conoscenza con un ispettore un po' anomalo, Comarmo, le cui indagini lo portano a vagare nei meandri più o meno sconosciuti dell'affascinante Genova, nelle sue stradine, sulle sue spiegge, per incontrare personaggi pittoreschi o truci, in base a dove le sue domande lo portano.
Attraverso i suoi occhi, anche il lettore si trova a ripercorrere strade e spiagge, a sentire i rumori del traffico o lo sciabordio delle onde, mentre le domande sembrano portare, invece che risposte, solo nuovi interrogativi.
Tutti i protagonisti della storia sono caratterizzati piuttosto bene, compresi quelli minori: Lazzerini ne traccia non solo gli aspetti principali, ma anche quelli secondari, con le debolezze e le particolarità che li rendono più umani e realistici anche se, a volte, certi aspetti possono apparire un po' eccessivi.
Le investigazioni proseguono, contrapponendo ufficialità a vita privata, aspetti legali a desideri e bisogni nascosti degli uomini e delle donne coinvolti, mostrando i protagonisti in ogni ambito dell'esistenza, non solo in quella pubblica ma anche in quella privata, così da conoscerli meglio, quasi come se fossero vicini di casa o colleghi.
Le indagini vanno avanti e, mentre fantasia ed eventi reali si alternano nella narrazione, il romanzo giunge all'epilogo, costringendo il lettore ad abbandonare Genova e tornare alla propria quotidianità.
Comarmo è un libro piacevole, forse un po' lento ma affascinante, per le belle ambientazioni, per le analisi dei personaggi e per quel mix di invenzione e realtà che rende tutto più piacevole e credibile.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy