Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Noir

Trama:
A Borgo Panigale, sui gradini di un negozio di giocattoli, di fronte al centro commerciale, fu rinvenuto il primo piede. Così ha inizio l'odissea di Annibale Dori, originale tassista notturno appassionato di jazz. In una Bologna fredda, buia, piovosa e desolata. Terrorizzata da un maniaco che rapisce e tortura a morte le sue vittime.
Fanno da cornice un'affascinante misteriosa donna e un locale infilato nello stomaco di Bologna, dove suona Al il pazzo, amico fraterno di Annibale e leggendario pianista jazz. Mentre si susseguono i rinvenimenti dei corpi mutilati, la polizia è continuamente beffata dal mostro, e le tesi degli esperti si sgretolano a ogni nuovo omicidio.
L'assassino agisce sempre più in fretta, compulsivamente. E tutti oramai sanno che, se qualche fortunato indizio non imprimerà una svolta alle indagini, presto qualcuno si troverà un altro piede mutilato sotto gli occhi.

Commento:
Un noir tendente al thriller, l'ultimo romanzo di R. Carboni è di quelli che cattura immediatamente il lettore e che, crudo e inquietante, lo catapulta in una quotidianità cattiva ma purtroppo reale, con crudeli omicidi cui ci stiamo, orribilmente, quasi abituando, descritti in modo diretto e chiaro, ma senza un eccessivo (e inutile) ricorso alla violenza, come spesso accade in questo tipo di storie.
Bologna fa da sfondo a questo avvincente libro, che ci mostra un volto inedito della città. Non è infatti la meta turistica assaltata da visitatori accalcati sotto la Torre né la tranquilla città fatta di gente normale che studia, lavora, vive... No, è la Bologna notturna conosciuta dall'autore nei suoi anni di tassita, popolata da personaggi che sembrano reali solo a quell'ora di notte e movimentata da un assassino che, omicidio dopo omicidio, terrorizza la popolazione.
Interessante la figura del tassista Annibale, grande appassionato di jazz - sound che attraversa l'intero romanzo - e protagonista di questa intricata vicenda, ben caratterizzato e realistico. Quel che colpisce maggiormente, però, è la figura dell'assissno: notevole la cura utilizzata nel tratteggiarne l'aspetto psicologico, vediamo un uomo che viene svelato al lettore pian piano, in un viaggio che lo guida quasi nella mente di quest'ultimo, indietro nel tempo, per risalire alle cause lontane che ne hanno scatenato la follia omicida.
Suspense, paura, coinvolgimento, simpatia per Annibale, curiosità verso la donna misteriosa e sentimenti di vario tipo verso l'assassino... questi e tanti altri ingredienti rendono il romanzo di Carboni un noir da non perdere, che sarà di certo apprezzatissimo da tutti gli appasionati del genere!
(Maria Guidi)

Dello stesso autore:
L'ammiratore



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy