Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
"Bella tutta!" è una storia vera, la mia. Mia, della mia adolescenza e dei miei amori sfigati... E' la storia mia e dei miei chili. Mia e della mia Pancia, con la P maiuscola. Mia e della mia gara con le diete. Solo dopo aver provato sessantotto diete diverse, contato per anni le calorie di ogni cibo ingerito, letto settanta manuali su come dimagrire per essere felici, ho deciso di essere felice lo stesso, senza dimagrire! Ho smesso di fare diete, non ho più comprato creme miracolose e pillole magiche, non ho più fatto digiuni estenuanti seguiti da abbuffate svuotafrigo! E ho buttato quell'infido attrezzo sadomaso che è la bilancia. Un giorno mi sono guardata e ho deciso che potevo impiegare quei soldi e quel tempo per me. Non soltanto per la mia linea o per combattere la cellulite, ma per me, per la mia persona tutta intera. Non è cambiato il peso, è cambiato lo sguardo.

Commento:
Un romanzo dolce-amaro questo della Guerrini che, con grande ironia, ci racconta il suo passato fatto di innumerevoli diete, sempre fallite, allo scopo di conquistare quello che la società considera oggi un traguardo fondamentale: il raggiungimento del peso forma, che vuole tutte le donne magre, quando non addirittura ai limiti dell'anoressia.
Il sovrappeso, che può sembrare solo un piccolo problema a chi non lo vive ogni giorno, rappresenta però un vero e proprio limite in un mondo che fa dell'aspetto fisico la cosa più importante, giudicando le persone solo dalle apparenze e senza mai andare oltre la superficie. Eppure, chi ci convive quotidianamente sa quanto esso possa condizionare la vita: nei rapporti con la famiglia che ti vorrebbe perfetta, secondo canoni estetici magari non condivisi dagli interessati; nei rapporti con l'altro sesso, in cui l'aspetto fisico - nonostante quel che si dice - è spesso l'unica cosa che colpisce al primo incontro e da cui dipende un eventuale seguito; nelle piccole cose di ogni giorno, come l'impresa titanica di riuscire a comprare un vestito che non sia una taglia 40...
Tutte queste cose l'autrice le racconta con semplicità, ma con parole che toccano dentro perché, nonostante il tono disinvolto e l'ironia che trasuda dalle pagine di Bella tutta!, si percepisce chiaramente come certi eventi abbiano ferito una Elena giovane e fragile, ancora non abbastanza forte da contrastare le violenze esterne.
Ma il tempo per fortuna passa, si cresce e alla fine arriva anche la giusta consapevolezza: accettarsi e volersi bene, chili in più compresi, è l'unica soluzione che funziona perché, come giustamente ci dice la trama, non è necessario cambiare il peso, ma cambiare lo sguardo.
Ricordare che non tutte le donne sono "veline", che la vita reale non ha luogo in televisione ma è quella che ogni donna normale vive quotidianamente, con le piccole e grandi battaglie di ogni giorno, serve anche a ridare le giuste priorità ai problemi ed ai valori. Di certo, godersi una maxi-fetta di torta al cioccolato con tanta allegria e qualche chilo in più, è decisamente meglio che stare sempre a dieta, sentendosi insoddisfatti e frustrati, perché la vera bellezza è quella interiore e, per citare D. Hume, "La bellezza delle cose, esiste nella mente che le contempla".
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy