Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Arte

Trama:
Da sempre l'artigianato risponde in modo flessibile ai grandi processi di trasformazione, traducendo i propri valori in un linguaggio imprenditoriale al passo con i tempi. Ciò dipende dalla capacità delle nostre imprese di aggiornare un patrimonio antico e sfruttare al meglio le condizioni in cui la divisione estesa del lavoro interagisce con la tradizione e l'ambiente sociale. Regole di reputazione e qualità del prodotto distinguono la manifattura italiana fin dagli albori dell'età moderna.
Regole di comportamento e rapporti collaborativi caratterizzano i sistemi locali di piccola impresa tanto nelle città medievali quanto nelle aree distrettuali del secondo dopoguerra. Oggi, nell'era globale, il gusto e la ricercatezza si accompagnano al bisogno di sobrietà, di compatibilità e rispetto per la società e l'ambiente. Produrre artigianalmente significa riconoscersi nei valori e nelle istanze di chi sostiene un modello di sviluppo più attento al rinnovamento e alle esigenze del mondo contemporaneo.

Commento:
Senza dubbio l'anima economica del nostro Paese è l'artigianato. Ricerche, studi e analisi dimostrano come l'Italia sia uscita dalla crisi economica e dalla depressione dei famosi secoli bui del Medioevo proprio grazie alla ripresa dell'artigianato, che ha stimolato il commercio e favorito la ricrescita generale.
Riccardo Riboldi analizza la funzione e l'organizzazione dei mestieri, sostenendo l'ipotesi che oggi riprendere il modello artigiano dell'economia potrebbe essere una soluzione ottimale. Sviluppare sistemi produttivi incentrati sulla base di una fitta rete di relazioni tra gruppi di imprese di piccola e media dimensione rappresenta, secondo l'autore, un modello di sviluppo sostenibile, capace di seguire la flessibilità e i cambiamenti dei nuovi processi di internazionalizzazione.
Questo libro traccia, prima, un excursus dell'artigiano, partendo dai capimastri costruttori di Cattedrali fino ad arrivare ai maestri contemporanei del Made in Italy caratterizzati da qualità, competenza e innovazione creativa; si sofferma poi sulla situazione attuale, affermando la necessità per l'Italia di dover ritrovare "l'anima artigiana", in modo da risollevare le proprie sorti.
Lo sviluppo economico italiano è da sempre legato all'organizzazione e alla promozione della qualità del lavoro, fin dai tempi più antichi. Non dobbiamo dimenticarcelo e forse, mai come ora, dovremmo farne tesoro per risollevarci da un periodo complicato e davvero difficile com'è quello che stiamo vivendo.
(Benedetta Gigli)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy