Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


OPERA PRIMA
di Renato Spina



  • Acquista questo libro su Opera Prima.it




  • Genere: Thriller

    Trama:
    Tra storia e fantasia, passato e presente, enigmi e messaggi cifrati, delitti e travolgenti passioni, il romanzo si sviluppa in un percorso dai ritmi serrati che regala momenti che inducono all'introspezione. E tra i personaggi e le loro storie, gli omicidi e i tradimenti, leggendo il romanzo Opera Prima, il lettore s'imbatterà in un'ulteriore protagonista, che sarà sempre presente nei momenti salienti del romanzo: la meravigliosa incompiuta di Giacomo Puccini, la Turandot.

    Commento:
    Davvero particolare e coinvolgente il libro di R. Spina che, con grande bravura, ha creato un mix di emozioni che coinvolgono il lettore fin dalle prime battute. Opera Prima è infatti un thriller ad alta tensione che mescola la bellezza della musica alle splendide descrizioni naturalistiche che l'autore dedica alle Marche, dove attualmente vive.
    L'alternarsi di realtà - per gli aspetti legati alla vita di Puccini e ai tentativi di completare la Turandot rimasta incompiuta per la sua morte - e di fantasia, per la trama di forte impatto i cui omicidi sono legati ai tre enigmi presenti nell'opera pucciniana, rende questo romanzo avvincente e pieno di suspense.
    Le vicende hanno luogo tra Roma e le Marche e tutto accade nel giro di pochi giorni, a causa di un evento che scatena il furore dell'insospettabile omicida e così, tra una rappresentazione allo Sferisterio di Macerata, una veduta del monte Conero e di Portonovo e una passeggiata per le vie di Roma, le cruente decapitazioni si susseguono, mentre gli unici indizi sembrano essere quelli che l'assassino vuole far trovare.
    Spina "gioca" con il lettore permettendogli di partecipare alla caccia attraverso piccoli suggerimenti che, se non sottovalutati, permettono di giungere alla drammatica conclusione senza farsi trovare del tutto spiazzati dalla sorpresa, in un epilogo che fornisce tutte le risposte e collega in modo coerente gli indizi presenti nelle pagine precedenti.
    Buona la caratterizzazione dei protagonisti, che mostrano sentimenti e reazioni sempre coerenti col proprio personaggio e che trasmettono in modo efficace ciò che provano: amore, soddisfazione per il successo raggiunto, frustrazione per situazioni ambigue, terrore nel momento in cui si trovano di fronte al folle assassino, dolore per gli errori commessi. Da Alessandro Johnny Malerba ad Antonio, da Orazio Villa a Marco Bonaldi, da Sandra a Marta e ancora, Luciano e Franco, ognuno appare come una persona e non solo come un personaggio.
    Un thriller che, a parte qualche refuso e reiterazione, è davvero coinvolgente e particolare, per le atmosfere che l'autore riesce a creare e per la voglia che trasmette di riascoltare e riscoprire la Turandot, perno centrale intorno a cui tutto ruota. Assolutamente da leggere.
    (Maria Guidi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy