Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


LAZARUS 43
di Rocco Saracino







Genere: Spionaggio

Trama:
1943. Mentre le forze alleate scrivono l'epilogo della guerra nel deserto e la Lutwaffe minaccia i cieli d'Inghilterra, l'Italia è teatro di un altro conflitto, più sotterraneo e nascosto. Non armi e contraeree ma interrogatori e tradimenti, doppi giochi, infiltrazioni e sabotaggi, attorno ai quali ruotano i grandi protagonisti della seconda guerra mondiale, madre di tutte le grandi storie di spionaggio.
E' su questo sfondo oscuro, dietro le quinte della storia ufficiale, che si muove l'agente segreto Roger Lazarus. Lazarus è una spia, e le spie, si sa, sono per natura affascinanti. Circondati da donne bellissime, armati di gadget portentosi e di un'intelligenza infallibile che apre le porte di ciò che per tutti è segreto. Ma Lazarus è soprattutto un uomo, fin troppo normale nei suoi dubbi e nella paura di qualcosa da perdere, un sorpassato agente del servizio segreto inglese che si gioca tutto nella sua ultima missione. Lo vedremo uccidere e combattere, cadere e rialzarsi, in questo romanzo appassionante e coinvolgente, dove tutti sembrano essere il contrario di ciò che sono, fino alla geniale soluzione finale.

Commento:
Quale migliore periodo storico, per un romanzo di spionaggio, che quello di un conflitto mondiale? Tanti Paesi coinvolti, servizi segreti di ogni nazionalità, accordi ufficiali contrapposti a complotti silenziosi sono all'ordine del giorno in questi casi e sono anche elementi che non possono mancare in un romanzo del genere, cosa che l'autore sa bene quando sceglie l'epoca in cui ambientare il suo Lazarus 43.
Un'idea perfetta che si accompagna ai tanti altri aspetti positivi che rendono questo romanzo davvero avvincente. L'autore, infatti, con uno stile fluido e lineare, descrive la vita in quegli anni in modo vivido e dettagliato, facendone una ricostruzione assolutamente realistica che permette al lettore di immedesimarsi e "vivere" ciò che legge. Ottima anche la caratterizzazione dei personaggi: che si tratti di Lazarus, di A. Prescott o di Harster, di Spinese o del semplice bigliettaio della stazione, ciascuno di loro è infatti ben tratteggiato negli aspetti che servono a dare spessore e personalità, affinché non siano semplicemente dei nomi o delle ombre indistinte sullo sfondo. Particolarmente indovinata la figura di Roger, molto distante dall'idea classica che si ha di una spia: egli non è il solito agente segreto sicuro di sé e senza alcun timore che ci si potrebbe aspettare, anzi... Seppur preparatissimo, agile e sveglio, Lazarus è soprattutto un uomo, vicino alla pensione, ormai stanco di tutto ciò che ha visto e ferito da ciò che ha perso.
Incastrato con la richiesta di portare a termine un'ultima importante missione prima del sospirato ritiro, egli si ritroverà costretto ad accettare l'incarico e dovrà fronteggiare i propri dubbi, il timore di non farcela ma soprattutto i ricordi, non solo quelli della moglie che non c'è più ma anche quelli di un lontano passato che, improvvisamente, ritorna a colpire nel modo più brutale. La fragilità che dimostra, contrapposta alla ferrea volontà di portare a termine la missione assegnatagli, lo rende più umano e credibile.
La trama, molto articolata, mantiene sempre un elevato ritmo narrativo e si sviluppa attraverso un intreccio in cui nessuno è ciò che appare e tutti sembrano avere qualcosa da nascondere. Chi riuscirà a portare a casa il dossier chiamato "Testamento"? E che cosa contiene? Tra pericolosi inseguimenti, brutali omicidi, misteriosi sabotaggi e comunicazioni cifrate, storia e fantasia si mescolano dando vita ad un libro emozionante, in cui i colpi di scena si susseguono senza sosta fino al sorprendente epilogo. Un romanzo piacevole e coinvolgente.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy