Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Horror

Trama:
Esiste una linea di demarcazione tra i vari livelli di realtà? O è solo un falso confine creato dalla nostra paura irrazionale, dalla nostra presunzione di sapere spiegare tutto, dal delirio di onnipotenza dell'uomo che si vede depositario, creatore e gestore della Verità? Questo è il messaggio del testo che leggerete e questo è il dubbio che l'autore sa sottilmente, implacabilmente insinuare nella mente del lettore, riuscendo a coinvolgerlo in un'altalena di emozioni spesso così intense, da essere percepite fisicamente, come se le parole prendessero vita per percorrere la pelle srotolandosi in gelide onde roventi.

Commento:
Dopo due romanzi molto diversi tra loro - Apokalypsis. L'apocalisse dei demoni e Il treno va, per la terra degli angeli - Salvatore Palmieri torna alla sua principale passione, l'horror, cimentandosi però in una raccolta di racconti che, di lunghezza ed argomenti differenti, hanno un fattore comune: quello di risvegliare le paure, consce ed inconsce, del lettore!
Le storie che il giovane autore ci regala sono di genere diverso l'una dall'altra e non c'è, quindi, un appiattimento o un calo d'interesse mentre si va avanti con la lettura, ma piuttosto un coinvolgimento sempre differente, di storia in storia.
Ecco allora la presenza di mostri e fantasmi che nascondono, però, quelli che sono i veri mostri nella realtà; ecco tornare la paura del buio, che ha caratterizzato l'infanzia di quasi tutti noi e si risveglia, a causa del terrore palpabile del piccolo protagonista di Paura; ecco ancora la follia di La stanza degli ospiti e ancora demoniache presenze, sogni reali e vicende da incubo, storie che mescolano fantasia e realtà coinvolgendo pienamente il lettore (anche quando egli non vorrebbe!), grazie anche alle inquietanti foto di Raffaella Dagnese che arricchiscono il volume.
In questo libro si nota una maggiore maturità dell'autore, il cui stile risulta più fluido e scorrevole, con scenari e protagonisti delineati in modo nitido, cosa non facile se si considera che si tratta di racconti. Permane una certa ridondanza in alcuni passaggi che, forse, si potevano evitare alleggerendo il romanzo ma, nel complesso, si tratta di un libro davvero interessante per coloro che amano il genere horror e mistery. Che altro dire?
Un consiglio: leggetelo.
Un suggerimento: non fatelo prima di andare a letto!
(Maria Guidi)

Dello stesso autore:
APOKALYPSIS. L'apocalisse dei demoni
Il treno va, per la terra degli angeli



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy