Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


LA FRIVOLEZZA DEL CRISTALLO LIQUIDO
di Irina Turcanu


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Webster.it




  • Genere: Narrativa

    Trama:
    Marta ha solo sedici anni, ma dietro i suoi occhi così belli si nascondono le incisioni di segreti inconfessati.
    Chisinau, Moldavia... La gioventù finisce presto, non c'è spensieratezza. La vita è dura, violenta. Se si è donne, giovani, carine, si corre il rischio di finire sopraffatti. Come Marta, violabile e violata, colpevole senza colpe, eroina al contrario di una storia senza speranza. E in cambio c'è solo vendetta, morte, e altra sopraffazione.
    La "Frivolezza" è quella dei sogni rincorsi. Ma la storia è densa, proprio come "il cristallo liquido" nel quale si annullano e trasformano gli anni teneri di una gioventù bruciata dagli altri.

    Commento:
    Formato tascabile e titolo che fanno pensare a qualcosa di leggero, La frivolezza del cristallo liquido è invece un romanzo duro che colpisce come un pugno nello stomaco, con un'alternanza di generi che passa dalla narrativa a scene da thriller per dar voce a una storia, quella di Marta, che lascia senza parole, soprattutto per il drammatico epilogo.
    La Turcanu ci regala un libro intenso che tocca, senza giri di parole, argomenti di scottante attualità: la sottomissione femminile (non solo in Paesi dalla cultura diversa dalla nostra ma anche all'interno di tante famiglie italiane, una volta chiusa la porta e messe da parte le apparenze), la violenza gratuita, la vendetta privata ma, soprattutto, ci mostra come è facile, a volte, distruggere una vita, quando il senso di vuoto e di impotenza supera certi livelli.
    L'autrice, alternando quotidianità e ricordi, dipinge il ritratto di una giovane donna che, fin dall'infanzia, scopre quanto sia conflittuale il rapporto uomo-donna e, causa anche una situazione familiare di difficile gestione, si ritrova a fronteggiare da sola le difficoltà che il destino le pone davanti. Messa alle strette da situazioni più grandi di lei, fiaccata nel corpo ma soprattutto nell'animo, vedrà una sola via d'uscita i cui effetti avranno conseguenze inaspettate che coinvolgeranno tante persone, dando vita ad un finale che lascia spiazzati.
    Particolari le figure di Florin e Ioana, simboli di ribellione e vendetta che, causa la mancanza di fiducia nella giustizia, intervengono a modo loro, ma fino a dove è giusto spingersi? Qual è il punto di non ritorno che ci mette sullo stesso piano degli oppressori?
    Un romanzo tragico, in cui il confine tra giusto e sbagliato è davvero labile... Molto bello.
    (Maria Guidi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy