Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Mistery

Trama:
La placida pineta di Castel Fusano, lungo il litorale romano, è risvegliata in un rigido inverno dall'urlo della follia. Nella Villa di Plinio viene trovato un cadavere orrendamente mutilato, ma nessuna traccia che possa condurre a un colpevole. L'ispettore Ferri, ormai con le mani legate, si rivolge a una collaboratrice esterna, Roxane, un'ex poliziotta con la facoltà di percepire avvenimenti traumatici avvenuti in luoghi o a persone attraverso il contatto fisico. Questo dono, vissuto come una condanna, aveva distrutto la sua vita, il lavoro, il matrimonio. Per sopravvivere si era allontanata da tutti creandosi una nuova esistenza, ma l'amicizia con l'ispettore l'aveva sempre portata a collaborare segretamente nelle indagini più complicate. Questa volta, però, le sue percezioni la porteranno al limite dell'umana comprensione, proprio davanti al baratro della follia.

Commento:
Accattivante e particolare, il romanzo di Max Dezzi segue un po' la scia delle ultime serie televisive di successo, nelle quali la polizia si serve, nello svolgimento delle indagini, di medium ed altre persone con capacità particolari.
E' così che Roxane, che aveva abbandonato lavoro e città dopo aver scoperto il suo dono, si ritrova coinvolta in un omicidio particolarmente crudele, nel tentativo di dare una mano al suo ex capo e amico, l'ispettore Ferri. Nulla però è come appare a prima vista e la giovane donna, insieme all'amico e neo collaboratore Tony, fa ritorno nella capitale, per cercare di far luce su qualcosa che ha radici molto più antiche di quanto si pensi.
La trama è ben congegnata e ricca di colpi di scena che, non appena sembra che tutto sia finalmente chiaro, mescolano le carte in tavola dando nuovo vigore alle indagini e ritmo elevato all'intero romanzo.
Il misterioso Raco e l'antica civiltà da cui discende, con le proprie tradizioni, i valori e gli insegnamenti sempre attuali, fanno da contraltare alla società moderna, avida e legata solo al denaro ed al potere, in un confronto per nulla piacevole. Pagina dopo pagina, mentre un radicale cambio di prospettiva dà ad ogni evento un nuovo significato, ci si ritrova a chiedersi chi sia il vero colpevole.
Coinvolgente, con personaggi ben caratterizzati ed una trama costruita in modo ottimale (nonostante la presenza di qualche refuso), L'occhio di Roxane mescola sapientemente giallo e mistery in un romanzo che l'autore usa, in modo nemmeno troppo velato, come strumento per muovere una dura critica alla società odierna, dove anche la vita umana ha perso ogni valore, subordinata - come tutto il resto - ai soli interessi economici.
Molto bello.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy