Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa


Trama:
Inghilterra, 1915. Come ogni mattina, Julia compie i rituali dell'attesa: lucida la casa alla perfezione, indossa l'abito pi¨ elegante che possiede e si acconcia i capelli, accorda il violoncello e poi si siede alla finestra. E aspetta. Aspetta che la promessa venga mantenuta, che suo marito Peter torni dal fronte. Anche Nadine aspetta, ripensando come ogni giorno a quell'amore tenero e spensierato sbocciato a Londra, sotto la neve d'inverno. Quello che nutre per Riley Ŕ un amore impossibile, contrastato aspramente dai genitori di Nadine. Ed Ŕ proprio per conquistarli che Riley Ŕ partito per il fronte, per quella guerra lampo che, dicevano tutti, sarebbe durata soltanto un inverno. Ma l'inverno si era sbagliato. Rose non ha tempo di aspettare. Infermiera in prima linea nel conflitto, ha visto troppi uomini feriti nel corpo quanto nell'anima aspettare soltanto una cosa, la morte. E c'Ŕ un filo sottile, fragile e capriccioso, fatto di messaggi dalla trincea, che Rose ha visto troppe volte spezzarsi. Julia, Nadine e Rose sanno che quella maledetta guerra Ŕ una lunga attesa ma, unite dalla medesima determinazione e dall'imprevedibilitÓ del destino, scopriranno che quest'attesa pu˛ essere interrotta solo in un modo: con il coraggio dei loro cuori.

Commento:
1915, la guerra Ŕ arrivata ed ha travolto tutti ma, nonostante le ottimistiche previsioni sul fatto che sarebbe durata un solo inverno, le cose vanno diversamente e i cinque protagonisti prendono direzioni opposte a quelle precedentemente previste. Julia e Peter, Nadine e Riley, Rose... Cosa accade nelle esistenze di ciascuno di loro? Come reagiranno agli sconvolgimenti portati dal conflitto?
In una storia intensa e commovente, curatissima dal punto di vista storico e che affronta anche il tema dei primi tentativi di ricostruzione e chirurgia estetica, la Young ritrae cinque persone che si ritrovano, di colpo, alle prese con se stessi, in un confronto che non sempre mostra un'immagine piacevole da vedere.
Julia, il cui unico compito Ŕ esser bella per compiacere il marito e la societÓ, incapace di opporsi ad un'esistenza scialba e priva di significati; Peter, perso dietro fantasmi che rischiano di allontanarlo dalla famiglia; Riley e Nadine, il cui amore sembra contrastato dalle famiglie, dalla guerra, dalla malattia ma anche da loro stessi, che appaiono incapaci di venirsi incontro e credere davvero nel sentimento che li lega, e infine Rose, forte e generosa, sempre disponibile verso gli altri, colei che sembra dover occuparsi di tutti, senza che nessuno noti mai il suo bisogno di attenzioni e affetto.
In un conflitto che fa emergere il meglio (e a volte il peggio) di ciascuno, l'autrice trascina il lettore in trincea, con delle descrizioni vivide e fin troppo reali: la paura degli uomini, l'amicizia tra i commilitoni, il senso di appartenenza che si sviluppa sia al fronte che negli ospedali, la paura, il dolore, l'inutilitÓ della guerra nel rendersi conto che - dall'altra parte della barricata - ci sono ragazzi spaventati esattamente come da questa parte!
Mentre la lunga guerra giunge finalmente al suo epilogo, anche la storia che l'autrice ci racconta arriva alle ultime pagine, mostrandoci delle persone diverse, migliori e pi¨ forti; una storia che si conclude con un sentimento di speranza e che lascia la porta aperta a un eventuale seguito. Davvero toccante.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy