Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Arte

Trama:
Caravaggio dipinse magnifici quadri in cui la rappresentazione artistica rispecchia la violenza che ha caratterizzato la sua vita reale. Il suo nome emerge di continuo nei registri della polizia romana: l'offesa a due donne, il ferimento di un capo delle guardie, la causa per diffamazione portata avanti da un altro pittore per "versi offensivi", l'aggressione a un oste, il lancio di pietre contro le finestre di un'abitazione, per finire con l'uccisione di un uomo in una rissa, nella quale riuscì a malapena a salvarsi. Ottenuta la commissione del gran maestro Wignacourt di decorare la chiesa di La Valletta, si rifugiò a Malta, ma fu ferito durante un litigio e imprigionato. Fuggito a Napoli, fu sfigurato nel corso di una rissa al punto da divenire irriconoscibile. Durante la convalescenza si ammalò di febbre e morì all'età di trentanove anni. Questo romanzo racconta in quattro fasi la vita del pittore: la giovinezza e l'apprendistato a Milano; la protezione, quasi miracolosa, di un grande mecenate; i primi, misteriosi anni precedenti la sua andata a Roma, durante i quali incontra il Monsignore, un principe fattosi prete, e Maddalena, la donna che poserà per le sue opere e diverrà la sua amante; infine le sue peregrinazioni in esilio dopo la fuga da Roma a Napoli, Malta, Palermo, per poi tornare nuovamente a Napoli. Attraverso Gian, personaggio fittizio, assistente devoto di Caravaggio, Linda Murray descrive l'esistenza dell'artista, intrecciando i fili della sua turbolenta carriera.

Commento:
Sulla storia di Caravaggio si indaga e si scrive molto, proprio perché molti tratti della sua esistenza risultano ancora oggi molto oscuri e soprattutto perché sembra che fosse un uomo irrequieto, dalla vita turbolenta, sempre in bilico tra bene e male.
In questo libro, Linda Murray, ha saputo intrecciare molto bene storia e finzione. Sono stati omessi pochi eventi noti, e la maggior parte dei personaggi qui citati sono realmente esistiti e hanno vissuto o lavorato col pittore. Interessante è la presenza di personaggi minori, cioè quelli inventati, che con le loro azioni aiutano a rimpolpare un resoconto reale.
La stessa scrittrice afferma che scrivere questo testo è stata un'esperienza incredibile e intensa e che l'ha aiutata a scoprire molte cose in più rispetto a quanto lei già sapesse sulla vita dell'inquieto Merisi
Sicuramente un libro da consigliare se si desidera conoscere la vita di un uomo che ha fatto la storia dell'arte italiana, e se ci si vuole inoltrare nella vita artistica della Roma del 1600.
(Benedetta Gigli)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy