Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


NON MI BASTERANNO DUE OCCHI PER PIANGERE
di Angelica Paolorossi


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Webster.it




  • Genere: Narrativa

    Trama:
    La diciottenne dominicana Alessia si trasferisce in Italia per inseguire il sogno di fare la ballerina ma si ritrova in breve invischiata nel mondo della prostituzione. In fuga dal passato e da un problematico rapporto con la madre, Alessia tenta di costruire rapporti che possano redimerla e darle forza per affrontare il futuro, dapprima con un'amica e in seguito con un uomo, ma entrambi falliscono. Un romanzo psicologico-intimistico dove la storia trae vita direttamente dalla carne che svela l'imbarazzo per una femminilità ingombrante avvertita dalla protagonista come altro da sé.

    Commento:
    Primo romanzo dell'autrice, questo libro è un grido di dolore, un'opera intensa e toccante. Pur trattando un tema, quello della prostituzione, oggi persino troppo sfruttato, la narrazione della Paolorossi è originale ma, soprattutto, ha un'intensità diversa, che scava nel profondo.
    Il romanzo è strutturato quasi come un diario, racconta episodi di volta in volta diversi, pagine che si susseguono con una logica soltanto: quella di cercare di sopravvivere, nonostante tutto. Dal legame con Evelyne, con cui condivide la triste sorte ma anche l'amore, alla droga, che le dà la forza di andare avanti; dagli innumerevoli uomini che le attraversano la vita, al rapporto malato con la madre; dal cibo come sfogo alla solitudine totale in cui precipita dopo la morte della compagna, fino al tentativo, inutile, di cambiare vita, Alessia racconta la sua esistenza in modo quasi violento, con un linguaggio diretto e crudo, che ferisce e taglia, come fanno le lamette di Evelyne sulle sue braccia.
    Un romanzo a tratti folle, che toglie ogni speranza e che lascia atterriti dentro, perché mostra la profondità dell'orrore in cui è precipitata la vita della protagonista, quel pozzo senza fondo dal quale non c'è possibilità di riemergere, forse perché non si ha nemmeno una valida ragione per tentare ancora di resistere e di combattere. Un libro doloroso eppure bellissimo, toccante come pochi.
    (Maria Guidi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy