Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Trama:
Sono passati molti anni da quando Harriet, nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger, è scomparsa senza lasciare traccia. Da allora, ogni anno l'invio di un dono anonimo riapre la vicenda, un rito che si ripete puntuale e risveglia l'inquietudine di un enigma mai risolto. Ormai molto vecchio, Henrik Vanger decide di tentare per l'ultima volta di fare luce sul mistero che ha segnato tutta la sua vita.
L'incarico di cercare la verità è affidato a Mikael Blomkvist: quarantenne di gran fascino, Blomkvist è il giornalista di successo che guida la rivista "Millennium", specializzata in reportage di denuncia sulla corruzione e gli affari loschi del mondo imprenditoriale.
Sulle coste del Mar Baltico, con l'aiuto di Lisbeth Salander, giovane e abilissima hacker, indimenticabile protagonista femminile al suo fianco ribelle e inquieta, Blomkvist indaga a fondo la storia della famiglia Vanger. E più scava, più le scoperte sono spaventose. Accolto al suo esordio come una rivelazione, Stieg Larsson ha scritto un thriller che emoziona e insieme un romanzo che, al di là dell'indagine serrata e dei colpi di scena, contiene un messaggio sul nostro tempo. Un giallo che all'azione e al dramma combina una storia molto umana e tragicamente moderna.


LA RAGAZZA CHE GIOCAVA CON IL FUOCO
di Stieg Larsson


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Webster.it

    Trama:
    Mikael Blomkvist è tornato vittorioso alla guida di "Millennium", pronto a lanciare un numero speciale su un vasto traffico di prostituzione dai paesi dell'Est. L'inchiesta si preannuncia esplosiva: la denuncia riguarda un intero sistema di violenze e soprusi, e non risparmia poliziotti, giudici e politici, perfino esponenti dei servizi segreti. Ma poco prima di andare in stampa, un triplice omicidio fa sospendere la pubblicazione, mentre si scatena una vera e propria caccia all'uomo: l'attenzione di polizia e media nazionali si concentra su Lisbeth Salander, la giovane hacker, "così impeccabilmente competente e al tempo stesso così socialmente irrecuperabile", ora principale sospettata. Blomkvist, incurante di quanto tutti sembrano credere, dà il via a un'indagine per accertare le responsabilità di Lisbeth, "la donna che odia gli uomini che odiano le donne". E' lei la vera protagonista di questo nuovo episodio della "Millennium Trilogy", un thriller serrato che all'intrigo diabolico unisce un'acuta descrizione della società moderna, con le sue contraddizioni e deviazioni, consegnandoci con Lisbeth Salander un personaggio femminile unico, commovente, assolutamente indimenticabile.


    LA REGINA DEI CASTELLI DI CARTA
    di Stieg Larsson


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Webster.it

    Trama:
    La giovane hacker Lisbeth Salander è di nuovo immobilizzata in un letto d'ospedale, anche se questa volta non sono le cinghie di cuoio a trattenerla, ma una pallottola in testa. E' una minaccia: se qualcuno scava nella sua vita e ascolta quello che ha da dire, potenti organismi segreti crolleranno come castelli di carta. Deve sparire per sempre, meglio se rinchiusa in un manicomio. La cospirazione di cui si trova suo malgrado al centro, iniziata quando aveva solo dodici anni, continua.
    Intanto, il giornalista Mikael Blomkvist è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul terribile passato di Lisbeth ed è deciso a pubblicare su Millennium un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l'intero paese. Non ci saranno compromessi.
    L'ultimo capitolo della trilogia di Stieg Larsson - uno dei più clamorosi casi editoriali internazionali degli ultimi anni - è ancora una volta una magnifica descrizione della società di oggi in forma di thriller. Un romanzo emozionante di trame occulte e servizi segreti deviati, che cattura il ritmo del nostro tempo e svela a cosa possono condurre le perversioni di un sistema malato. Una storia che, fedele all'anima del suo autore, narra di violenza contro le donne, e di uomini che la rendono possibile.

    Commento:
    Non si può commentare uno di questi romanzi separatamente dagli altri perché, anche se le inchieste giornalistiche che coinvolgono Millennium di volta in volta si concludono nel singolo romanzo, la storia dei protagonisti invece scorre, si sussegue e accompagna il lettore fino alla fine della trilogia con un senso di affetto verso i personaggi e con il dispiacere di non poter più leggere nulla su di loro (Larsson è infatti mancato improvvisamente, poco dopo aver ultimato il terzo romanzo della trilogia).
    I tre romanzi sono sconvolgenti, talmente ricchi di suspense e di adrenalina che è difficile non chiedersi come sia riuscito l'autore a mantenere la tensione così alta tanto a lungo. L'unico un po' più lento (ma soltanto all'inizio) è il primo, perché è quello che ha il compito di introdurre personaggi, luoghi ed avvenimenti; superata questa fase, la vicenda si snoda con una fluidità ed una scorrevolezza incredibili, per volumi così consistenti, con dei personaggi che entrano nel cuore.
    Mikael e Lisbeth sono dei protagonisti d'eccezione, lui tenace, incorruttibile ed affascinante, lei con un carattere che riesce a farla sopravvivere al passato che la perseguita, ai soprusi che vanno avanti da anni, con una morale personalissima su ciò che è giusto o sbagliato ma, fidatevi, sarete sempre d'accordo con le sue decisioni, anche le più cruente!
    Difficile commentare delle vicende così complesse, dolorose, intricate, la trilogia è tutta da leggere!
    (Maria Guidi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





  • Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy