Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Gialli

Trama:
Per quattro lunghi anni, in una Livorno attonita e arrabbiata, un assassino sconosciuto massacra delle adolescenti con delle coltellate in pieno ventre. Anna Rodomonti e la sua squadra di giornalisti indagano al caso: la verità è dietro ogni angolo, ma si nasconde, trasparente come un fantasma. Anna la insegue, la cerca. Fino a scoprire l'assassino. E suo malgrado anche il colpevole.

Commento:
Livorno vive nel terrore di un nuovo omicidio: delle adolescenti vengono adescate e barbaramente uccise, senza che nessuna traccia permetta di fermare il flusso di sangue che sta sconvolgendo la città. Anna Rodomonti, giornalista locale, decide di mettersi sulle sue tracce, aiutata da quelli che reputa i migliori uomini della redazione: Luca Solari, ultimo arrivato ma pieno di inventiva, simpatia e voglia di fare, e Jacopo Alibrandi, esperto di internet e tecnologia, fondamentale per seguire la pista delle chat, tanto in voga tra le adolescenti.
L'autrice dimostra tutta la sua bravura nell'intreccio narrativo che, grazie ad uno stile semplice e lineare, rivela pagina dopo pagina una storia tanto avvincente che risulta difficile lasciare il romanzo prima di essere arrivati al drammatico epilogo. Lo stile di scrittura della Goti è proprio una delle cose migliori del libro, non solo per la proprietà di linguaggio dimostrata (che non è così scontata come si può credere), ma soprattutto perché non è facile riuscire ad attrarre il lettore fin dalle prime righe e mantenere alto l'interesse per tutta la durata del romanzo, eppure lei ci riesce senza alcuna difficoltà.
Descrizioni vivide e ricche di dettagli, insieme una caratterizzazione dei personaggi accuratissima, rendono l'opera davvero notevole, soprattutto se si considera che si tratta di un romanzo d'esordio.
Anna e il dolore per la recente perdita del marito e del figlio piccolo; il figlio maggiore Jesse (cresciuto dalla nonna) con i suoi atteggiamenti da duro; Luca a volte ambiguo, altre accattivante; Medina e le sue avventure e ancora Jacopo, Maspero, Pianese, ogni personaggio è ben descritto ed ha un ruolo preciso nella trama, che mescola sapientemente i dati relativi all'indagine con gli sprazzi di vita privata dei protagonisti. Mentre la tensione sale e le ipotesi si accavallano, mentre ogni pagina sembra rivelare nuovi possibili colpevoli, si arriva ad un epilogo che lascia decisamente l'amaro in bocca. Se è vero che l'assassino ad un certo punto si intuisce, c'è da dire che la Goti è bravissima nel riuscire comunque a mantenere alto il ritmo, in un romanzo che scorre inesorabile fino all'ultima riga.
Notevolissimo, difficile credere che sia un'opera prima!
(Maria Guidi)

Della stessa autrice:
Rosso. Il marchio del male



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy