Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


iostoconletartarughe
di Simonetta Bumbi


  • Acquista questo libro su Webster.it




  • Genere: Narrativa

    Trama:
    E' un percorso tortuoso nella storia e nei ricordi di Simonetta. Una corsa ad ostacoli affannata tra immense gioie e profondi dolori. Un giro sulle montagne russe, tra slanci vitali e abissi oscuri.
    L'autrice propone se stessa senza filtri, veli o schermi, perché Lei è quel che è. Una raccolta di episodi personali, privati e intimi, si sgrana tra queste pagine, nel tentativo di restare a galla il più possibile. Ci sono parole dure che fanno male accanto a parole dolci, delicate e sincere. Caos e ordine, ricordi e promesse, illusioni e speranze: l'autrice si dona al lettore con l'anima nuda di chi non ha più niente da perdere. Non possono esserci lettere maiuscole, tutto è nella sua essenza, non esiste involucro o aspetto esteriore. Non possono esserci costruzioni di parole studiate, poi modificate o cancellate: è tutto flusso nitido e tagliente, come lame di rasoio, difficile da mandare giù. Questa collezione delle riflessioni di Simonetta nasce dalla volontà di dare una forma organica alle pagine del suo blog, contenitore virtuale della fitta rete di pensieri dell'autrice. La casa editrice Smasher ha scelto di pubblicare "iostoconletartarughe" per la sua originalità nel trattare argomenti difficili: la vita, la morte, i rapporti di coppia, ma soprattutto la relazione più complessa di tutte: quella con il proprio io. Simonetta vive, scrive e si racconta, sotto lo sguardo vigile di Tarta e Ruga... (Prefazione di Claretta Brancatelli)

    Commento:
    Questo di S. Bumbi è un libro senza maiuscole perché, come afferma lei stessa, "le maiuscole, fanno la differenza fra tutto, specialmente tra le persone" ed anche la punteggiatura è lasciata volutamente a se stessa perché, in questo suo raccontarsi, l'autrice segue solo l'istinto, e nei pensieri la punteggiature non c'è.
    Il libro nasce dall'omonimo blog, dove l'autrice regala, ai lettori della rete, pensieri ed emozioni con la massima spontaneità, raccontando dolori, speranze, paure e riflessioni a chi ha voglia di fermarsi a leggere. Non è un romanzo quindi, ma un diario le cui pagine, prima virtuali, sono oggi anche su carta. E' un libro che va letto a piccole dosi, perché il sentimento predominante è il dolore ed è necessario metabolizzarlo per andare avanti. Non è una lettura facile, anzi, in alcuni passaggi diventa complesso seguire i percorsi dell'autrice, perché tutto ciò che descrive è intimamente legato alla sfera privata, ai sentimenti ed alle emozioni, e non sempre ci si può immedesimare.
    Alcuni episodi narrati sono davvero suggestivi, descritti con una delicatezza che tocca il cuore, cosa che, bisogna ammetterlo, l'autrice sa fare bene! Quello che personalmente ho trovato quasi commovente, è "una storia che vale per due", raccontata con la data del 28/02/2007, una finestra aperta su un piccolo mondo, uno scrigno ricco di emozioni.
    Un libro particolare, delicato e intenso nello stesso tempo, anche se non sempre facile da capire; un diario che permette di iniziare a conoscere l'autrice e magari di seguirla, perché no, anche sul suo blog.
    (Maria Guidi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy