Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Trama:
Una coppia trascorre la domenica passeggiando nel bosco. All'improvviso la giornata viene stravolta: qualcosa è steso ai piedi di un albero, un bambino nudo dalla vita in giù. Morto. I due chiamano la polizia, ma prima che arrivi, Kristine vede con orrore che il marito scatta fotografie della scena con il cellulare. L'ispettore Sejer scopre subito che il bambino era Jonas Lowe, otto anni, e aveva passato la notte a casa di un amico. Ma non ha indizi. Perciò cerca tutti i pedofili noti della zona, interroga i bambini, i genitori e gli insegnanti, senza trovare nulla. E le cose peggiorano quando scompare un altro bambino.

Commento:
Bravissima autrice che ho conosciuto con "Lo sguardo di uno sconosciuto" (da cui è stato tratto il film "La ragazza del lago"), con questo romanzo entra direttamente nella lista dei miei autori preferiti!
Il suo protagonista, l'ispettore Sejer è un uomo silenzioso ma di sostanza, riflessivo e pacato che, nell'affrontare un caso, non usa la forza ma si basa su un'attenta analisi psicologica dei potenziali colpevoli. Umano e con un grande cuore, la sua figura, che mi ha colpita fin dall'inizio e continua a piacermi, riesce a dare spessore e profondità ad ogni situazione, grazie a riflessioni su tutti gli argomenti che, di volta in volta, la Fossum decide di affrontare.
L'argomento di questo romanzo è doloroso, viene però trattato con grande rispetto e con discrezione, senza eccedere in descrizioni che hanno il solo scopo di colpire il lettore ma puntando l'attenzione su altri aspetti, primo tra tutti sul tentativo di capire (senza assolutamente giustificare né perdonare!) le motivazioni di certi delitti, quindi i pensieri e i sentimenti non solo delle vittime e dei familiari, ma anche di coloro che si trovano dall'altra parte, i carnefici.
L'autrice trasporta il lettore nei paesi scandinavi, con un'ambientazione ricca di belle atmosfere e con una trama intrigante che, grazie ad un doppio finale decisamente inaspettato, la conferma come una grande scrittrice che, attraverso il romanzo, mette il dito sui temi più dolorosi dell'era moderna.
(Maria Guidi)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy