Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


DALLA PRIGIONIA NELLO SPIELBERG AL RITORNO ALLA VITA
di Cristina Contilli


  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Webster.it




  • Genere: Romanzo storico

    Trama:
    Edizione delle lettere inedite, per un progetto di dottorato, scritte da Silvio Pellico tra il 1830 e il 1853. L'autrice si Ŕ inoltre occupata delle poesie autobiografiche del Pellico, sia edite sia inedite. Lavorando su queste due fonti ha avuto la possibilitÓ di conoscere amicizie, amori, progetti letterari e ideali politici di uno scrittore che ha vissuto in modo lucido e consapevole le lotte risorgimentali. Cristina Contilli ha scelto quindi di scrivere la sua biografia, trasformando lettere, poesie, testimonianze degli amici, in un dialogo tra lo scrittore e le persone che hanno attraversato la sua vita. La sua biografia, intitolata "Le passioni di Silvio Pellico: amicizia, amore e scrittura nella vita di un poeta dell'Ottocento", pubblicata dalle Edizioni Carta e Penna di Torino, Ŕ arrivata in due anni alla terza edizione. Il buon riscontro ottenuto ha stimolato l'autrice a proseguire nel lavoro di ricerca e ad approfondire anche la vita degli altri ex detenuti dello Spielberg. Da queste ricerche Ŕ nata questa ricostruzione, in cui le vicende di Silvio Pellico si intrecciano a quelle degli amici che hanno vissuto le sue stesse sofferenze e che, come lui, dopo la liberazione, hanno lottato per "tornare alla vita."

    Commento:
    Basato sulle lettere di S. Pellico, l'autrice ci regala un ritratto inedito di questo personaggio che Ŕ conosciuto, quasi sempre, solo per le poche notizie scolastiche legate alla sua figura. Un'attenta ricostruzione dei fatti, un linguaggio perfettamente consono all'epoca in cui tutto si svolge e lo stile narrativo proprio della Contilli, lineare e semplice, danno vita ad una biografia romanzata che, probabilmente, di romanzato ha davvero poco, vista la grande cura impiegata nella ricerca e nella verifica delle fonti storiche da parte dell'autrice stessa.
    Conoscere Pellico come uomo, con la sua fragilitÓ, i timori, l'amore profondo che lo legava a Cristina e ancora le amicizie, le delusioni, la malattia, aprono ad una prospettiva completamente nuova, permettendoci di conoscere l'uomo e la sua vita, una volta uscito dalle prigioni dove rimase rinchiuso per otto lunghi anni. Il libro parla anche di altri personaggi detenuti nelle medesime prigioni, come A. Andriane, F. Confalonieri e P. Maroncelli, allargando la narrazione a coloro che ne condivisero la sorte, alle donne che soffrirono con loro e ne attesero la liberazione, ma Ŕ soprattutto su Pellico che il romanzo Ŕ incentrato.
    Grazie alla bibliografia ragionata che illustra le varie fonti citate, arricchito inoltre da fotografie dell'epoca e ritratti dei protagonisti, quel che ci sitrova in mano Ŕ un'opera notevole, per contenuti e rilevanza storica, che mostra in modo del tutto diverso personaggi che hanno indubbiamente fatto la storia. Molto particolare Ŕ inoltre l'idea di partire da una lettera e costruirvi sopra gli avvenimenti, come si presume possano essere andati; l'impressione che se ne ricava Ŕ quella di tante fotografie che, man mano che vengono sfogliate, riportano alla mente i ricordi legati al singolo avvenimento.
    Un libro davvero interessante, un modo di certo nuovo ed assolutamente coinvolgente di avvicinarsi alla storia!
    (Maria Guidi)

    Della stessa autrice:
    Un breve sogno d'amore
    IL DUELLO: Costanza Arconati tra Giovanni Berchet e Pietro Borsieri
    Un amore mai dimenticato
    Amore e rivoluzione
    La saga di Alain e Juliette
    La contessa rivoluzionaria
    La doppia identitÓ del conte William



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy