Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Questione di sopravvivenza
di Davide Consolandi

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Lettere Animate - 41 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Thriller

    Trama:
    Alessio è un giovane sceneggiatore milanese che, dopo un passato difficile, riesce finalmente a raggiungere il traguardo che ha sempre sognato: lavorare con un’importante produzione hollywoodiana. A comunicargli la notizia è Giacomo, suo agente e ultimo amico rimastogli accanto. Dopo le congratulazioni di rito, Alessio torna a casa più sollevato, pronto a imbarcarsi nella sua nuova avventura a Los Angeles, ma la vita ha in serbo per lui un piano diverso: minacciato e legato a una sedia nel suo stesso appartamento da una sconosciuta armata di pistola...

    Recensione:
    Davide Consolandi ci presenta un thriller psicologico con due protagonisti: un giovane che ha appena ripreso in mano le redini della propria esistenza, dopo anni in cui alcool e droghe lo avevano portato vicino alla morte, e uno spietato killer che, pur rendendosi conto di quanto sia immorale il suo comportamento, continua imperterrito la propria attività non sapendo trovare un altro modo di vivere. Entrambi sono vittime del proprio passato e iniziano un interessante dialogo con cui l'autore ci porta a considerare il "pensiero laterale", cioè un modo alternativo di vedere gli eventi senza farsi condizionare dalla morale. Ecco quindi che ci si trova a riflettere su come ognuno di noi pecca di superficialità nel giudicare gli altri solo dalle azioni, mentre in realtà, analizzando ogni dettaglio, è facile rendersi conto che gli atteggiamenti più riprovevoli sono solamente un modo per difendere quelle parti più intime e delicate del proprio vissuto.
    Il breve racconto, circa 40 pagine, è sicuramente costruito sulla base di un'idea vincente, ma tutto è trattato in modo frettoloso, il dialogo centrale sembra essere l'unica parte sviluppata con la dovuta attenzione, sorvolando su molti aspetti che, con opportune rielaborazioni, avrebbero sicuramente impreziosito il romanzo e regalato ulteriori spunti di riflessione che qui risultano solo accennati.
    Viste le forti potenzialità, speriamo che Consolandi voglia cimentarsi ancora con altri racconti, prendendosi però il giusto tempo per ampliare tutte le parti della storia, senza aver fretta di correre verso un finale che, altrimenti, rischia di lasciare un po' insoddisfatti.
    (Norberto Loricati)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy