Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Passato senza fine
di Michael De Falco

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Eretica - 144 pagine




  • Genere: Poliziesco

    Trama:
    E' notte quando ricevo la chiamata. Spero sia solo un sogno, ma lo squillo che continua insistente mi costringe ad allungare la mano e afferrare il cellulare che ho imparato a lasciare sempre acceso. La luce dello schermo illumina l'intera camera, è peggio di un pugno in mezzo agli occhi, nell'oscurità che mi circondava fino a qualche attimo prima. La voce del nuovo finanziere romano, arrivato solo una settimana fa in caserma, mi fa capire che anche lui vorrebbe trovarsi nel suo letto...

    Commento:
    Un omicidio, in apparenza senza spiegazione, fa scattare una indagine in cui viene coinvolta la Guardia di Finanza. Ma perché la finanza dovrebbe indagare su un omicidio? Questa domanda se la pone anche l'ispettore chiamato in piena notte che, così come il lettore, scoprirà le motivazioni poco per volta.
    La trama è molto intrecciata, ben articolata e decisamente ben pensata.
    L'indagine si fa strada mentre gli omicidi aumentano e, man mano, appare anche una storia d'amore, fatta di emozioni, timori e tanti ostacoli che non permettono di viverla alla luce del sole, e neanche di raccontarla liberamente trattandosi di un delicato sentimento omosessuale.
    Lo stile di scrittura è fluido, con una terminologia contemporanea e dialoghi ben costruiti che, abbinati ad una buona caratterizzazione dei personaggi, permettono di scorrere le pagine con estrema facilità.
    Purtroppo, però, l'attenzione del lettore è costantemente minata da cattive descrizioni che non permettono di "vivere" le ambientazioni e le sensazioni descritte. Per lunghi tratti sembra di leggere lo stradario della città di Padova dove troviamo indicati spostamenti e percorsi, con tanto di nomi delle vie, numeri civici e, come se non bastasse, sono indicati anche i nomi degli esercizi commerciali che si possono incontrare lungo il tragitto, tutte cose assolutamente ridondanti e inutili ai fini del romanzo. Mancano invece le descrizioni vere, quelle che un autore inserisce in un testo come delle "pennellate", necessarie per trasportare il lettore all'interno della scena facendo vivere direttamente ciò che accade con luci, suoni, colori, profumi ed emozioni, indipendentemente dal trovarsi in una via di un luogo reale o immaginario.
    Speriamo quindi che l'autore riesca in futuro a ideare un nuovo racconto, interessante almeno quanto questo, utilizzando tutto il suo evidente talento nel costruire la storia, gli intrecci e i salti temporali, ma che l'impegno profuso nelle dettagliate indicazioni stradali, possa essere invece dedicato a delle vere descrizioni capaci di condurre il lettore nel cuore del romanzo.
    Inoltre, prima della stesura finale di un libro, è sempre utile un buon lavoro di editing che in questo caso evidentemente è mancato visti i numerosi di errori, non solo di stampa.
    (Norberto Loricati)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy