Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


La sindrome di via Piccolomini
di Francesco Ventriglia

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Giovanelli Edizioni - 418 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Narrativa

    Trama:
    Attore sconosciuto, novello Fregoli del trasformismo e virtuoso dell'illusionismo, Federico sguazza disinvolto nelle acque torbide della menzogna solo ed esclusivamente per l'insicurezza di non sapere affrontare le difficoltà che la vita gli pone di fronte. Amante delle scorciatoie, il suo svicolare lo porta inevitabilmente a giocare al ribasso rispetto le proprie ambizioni condizionando negativamente la propria vita lavorativa ed affettiva. L'incontro/scontro con Vanessa, esplosiva ed affascinante ragazza caratterialmente agli antipodi di Federico, abituata da sempre a prendere di petto la vita e le avversità, determinerà nell'attore, una brusca accelerazione nel mondo delle invenzioni. Infatti, allo scopo di apparire migliore agli occhi di Vanessa, credendo che tutto ciò passi per una maggiore quantità di denaro nelle proprie tasche, all'insaputa della ragazza, Federico s'inventa l'esistenza di un fratello gemello, da relegare inizialmente nell'ambito lavorativo. Al limite del disturbo bipolare della personalità, egli gioca col fuoco, finché il suo gemello immaginario, sconfina nella sfera affettiva dell'attore, portandosi a letto Vanessa e dando inizio ad una situazione a dir poco surreale nella quale, finzione e realtà si mescolano in maniera inscindibile. Il tutto in una Roma del terzo millennio, nella quale antiche testimonianze di un glorioso passato affiorano grazie al lavoro di guida turistica di Vanessa.

    Recensione:
    Federico Persichetti era Freddy White. Era diventato un attore di media fama e, di conseguenza, un personaggio pubblico, con tutto ciò che questo comporta: l'auto, i soldi, le donne, i fan. Come ogni stella cometa che si rispetti la sua scia si è spenta rapidamente ed il suo mondo si è colorato di grigio. Calato il sipario, Federico si trova a dover re-inventare sé stesso, a dover dare un nuovo senso alla sua vita e a piegarsi a situazioni e compromessi che forse mai avrebbe immaginato. Si adatta ad un lavoro mediocre, ad una asettica fidanzata insopportabile, rinuncia alle sue ambizioni e ne paga le conseguenze. Il suo nuovo incarico, in un'agenzia che recluta attori mediocri, è quello di impersonare diverse situazioni e partecipare a svariati programmi, talvolta come pubblico, talvolta come protagonista o comparsa, dovendosi sempre immedesimare in un programma diverso, un'identità diversa, una vita diversa. Così Federico, già di per sé incline alle menzogne, vive molteplici vite al punto tale che pensa di sdoppiare anche la sua, ed inventa la figura di un fratello gemello, Fabio, pronto a svolgere altri turni lavorativi per aumentare le entrate, a salvarlo da situazioni imbarazzanti ma anche a metterlo nei guai con Vanessa, una travolgente e particolare guida turistica che Federico incontra casualmente per le strade di Roma, la quale riesce a stravolgergli la vita e la sua già precaria stabilità.
    Federico è un personaggio complesso, la sua psiche sarebbe degna protagonista di pagine e pagine di manuali psicoteraupetici, probabilmente bipolare, manipolatore, ma in fondo si comprende che ha un cuore e non sempre agisce con leggerezza.
    "Questo modo di agire gli provocava dei grossi conflitti interiori. Se un minuto prima si sentiva furbo, ora si maledice per aver giocato con i sentimenti del regista ed ancora di più per aver tirato in ballo la presunta malattia dell'amata mamma."
    Il romanzo di Francesco Ventriglia è movimentato, colorato, forse a tratti anche troppo turbolento, richiama una telenovela spagnola accesa e variopinta.
    Man mano che la storia procede si aggiungono vari personaggi che animano le vicende, donando alla storia un pizzico di surreale.
    Pieno zeppo di dialoghi, talvolta ridondanti, come quelli tra le due sorelle Vanessa e Virginia, anch'esse indiscusse protagoniste; il libro non manca di lunghi anneddoti sulla storia e la città di Roma, e di crudi e chiari racconti a sfondo erotico.
    Un evento finale lascia con il fiato sospeso e dà un sapore diverso al racconto, sembra quasi di esser catapultati in un altro romanzo, in un'altra storia che, alla fine, diviene drammatica ma interessante da seguire, con un ritmo completamente diverso ed un finale da brividi.
    (Alessia Coccaro)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy