Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


L'imperfetta
di Carmela Scotti

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Garzanti - 190 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Narrativa

    Trama:
    Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c'è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L'ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell'amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo quindici anni quando decide che non vuole più avere paura. E l'ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. E' grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore forse imperfetto, ma forte come il vento.

    Commento:
    La storia di una strega, di una mavara, è l'oggetto del romanzo d'esordio di Carmela Scotti, l'Imperfetta, finalista al premio Calvino e pubblicato da Garzanti.
    E' ambientato nel Palermitano, quando il XIX secolo stava morendo, tra boschi solitari e villaggi rurali decimati dal colera.
    La protagonista, Catena, apprende in giovane età i segreti delle erbe e della stregoneria, sapere tramandatole dall'amorevole papà, istruito a sua volta dalla nonna Agata.
    Cresce in una famiglia di contadini lavorando la terra, tra miseria e fatica. La prematura morte del padre la consegna all'odio materno e ai soprusi dello zio dei quali, ormai estenuata, si vendica sanguinosamente.
    Inizia la fuga, sola con se stessa, vivendo prima nei boschi e poi barattando le sue cure con cibo e alloggio, però destinata a subire ancora indicibili soprusi. La lettura dei libri paterni e la propria alchimia le permettono di non cedere al dolore.
    E' un'opera oscura, dai tratti tetri; la vera protagonista è la contrapposizione tra la voglia di vivere, l'amore, che si sublimerà sia nella nascita di un figlio che nel sacrificio per una bambina e la violenza, l'odio che circondano e permeano ogni singola pagina.
    Proprio la violenza, in quest'opera, trascende le azioni dei personaggi per materializzarsi nella terra umida del bosco, nel vento cattivo, nel buio della cella...
    Tecnicamente Carmela Scotti narra in prima persona, compone capitoli brevi dal ritmo incalzante.
    L'intreccio di due filoni temporali, la sua vita in fuga e, a ritroso, la sua prigionia, è efficace e ci trasporta all'ineluttabile destino di Catena.
    La scrittura è poetica, l'autrice rinuncia a descrivere dettagliatamente ambienti e oggetti per concentrarsi sulle atmosfere, sugli sguardi e sulle emozioni.
    Questa Sicilia tardo-ottocentesca, a volte dal sapore medievale, ci appare senza pietà, nera come la brutalità dei suoi personaggi.
    La Scotti delinea questi tratti utilizzando, con maestria, un accurato lessico per effigiare aliti maldicenti, sputi, frustate, sangue, denti rotti, capelli strappati...
    Interessante anche la simbologia, la roncola, la carne, il cane, il pane, il fuoco e soprattutto la terra, elemento che incolla Catena alla propria sorte e alla propria natura di "Imperfetta".
    Carmela Scotti è riuscita a celebrare la luce raccontando l'oscuro, l'amore narrando l'odio, con intensità, poesia e con una pregevole scrittura.

    (Paolo Tognola)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy