Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Johnny va dal dentista
di Giovanna Micaglio e Ben Amozegh

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Navarra - 16 pagine




  • Genere: per bambini

    Trama:
    "Johnny va dal dentista" nasce dall'esigenza di raccontare una storia adatta a bambini e ragazzi autistici che presentano difficoltà nella lettura di un libro tradizionale. Per questo motivo la pubblicazione presenta la traduzione in PCS (Picture Communication Symbols) di Danila Lo Bello. La traduzione in PCS è accompagnata dalla scrittura alfabetica per consentire al lettore di associare visivamente il simbolo alla parola corrispondente memorizzandoli insieme. "Johnny va dal dentista" è una storia che propone in maniera semplice e divertente una delle paure più comuni nei bambini (e non solo): quella del dentista. Il protagonista è un vivace cricetino bianco, goloso di ciambelle, passione che gli procura il mal di denti. La mamma, così, deve accompagnarlo dal tanto temuto dentista. La storia avrà, naturalmente, un lieto fine... e una sorpresa per Johnny. Il libro è adatto anche a bambini normodotati in età prescolare che attraverso la storia di Johnny potranno superare la paura del dentista e avvicinarsi alla lettura grazie ai simboli PCS. Sul sito dell'editore è possibile scaricare e stampare sia PCS da stampare e plastificare, sia le pagine attive su cui attaccarli e staccarli. In alternativa è possibile accedere al materiale attraverso il QR code riprodotto in copertina. Età di lettura: da 5 anni.

    Commento:
    Tutti i bambini hanno paura della prima visita dentistica e a maggior ragione quei bimbi che hanno difficoltà nel comprendere bene di cosa si tratti, o per deficit dell'apprendimento o semplicemente perché piccoli e spaventati oppure perché affetti da disturbi dello spettro autistico. E' principalmente ad essi che si rivolge l'autrice, bibliotecaria e assistente sociale, da anni impegnata sul tema dell'autismo: una breve e semplice storia che narra attraverso l'uso dei PCS (Picture Communication Symbols), un sistema di comunicazione semplificato che si serve di sequenze di immagini in aggiunta alla scrittura convenzionale. L'utilizzo di entrambi i metodi di narrazione fanno di questo piccolo libro uno strumento importante, non solo per chi ha disturbi dello spettro autistico ed ha difficoltà nell'associare la parola scritta all'immagine che rappresenta, ma anche per i bimbi normodotati in età prescolare. Tutti possono inoltre avvalersi del materiale didattico scaricabile gratuitamente dal sito della casa editrice per esercitarsi – con l'aiuto di un adulto – nella scomposizione e successiva ricomposizione della storia attraverso tessere simili a quelle di un puzzle. Un ottimo strumento per lettori speciali, un modo divertente di apprendere e scoprire il mondo.
    (Raffaella Galluzzi)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy