Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


IL VIAGGIATORE OSCURO
di Josephine W. Johnson

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice Del Vecchio, 224 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Narrativa straniera

    Trama:
    Il crepuscolo di una sera di febbraio: i rami dell'olmo in giardino battono contro i vetri della vecchia finestra di una casa. La porta d'ingresso si apre e compare Paul, in mano una valigia con dentro le sue poche cose, le coordinate frammentate e incerte della sua vita. E insieme a Paul, nella cucina calda e illuminata, s'infila rapida, prima che la porta si richiuda alle sue spalle, anche l'oscurità. La casa calda e accogliente è quella di Douglass, zio di Paul, di sua moglie Lisa e dei loro tre figli: Norah, Tom, e Christopher. Paul viene da una casa inospitale e tetra dove ogni cosa è oscura; un padre aggressivo, brutale e anaffettivo; una madre amorevole ma troppo debole e impaurita; un fratello morto in guerra, orgoglio del padre e incarnazione di tutto quello che Paul non è e dovrebbe essere. Con l'arrivo dell'estate, Paul sembra aver scoperto il suo talento: fotografare e, alla ricerca di soggetti da catturare con l'obiettivo, è molto più felice di quanto non sia mai stato. Ma quando la guarigione sembra ormai avvenuta, l'ombra del passato torna nella figura del crudele padre, Angus, e dei sentimenti brutali che Paul prova per lui.

    Commento:
    Pubblicato per la prima volta nel 1963 ed arrivato da poco in Italia, grazie alla casa editrice Del Vecchio, Il viaggiatore oscuro è un romanzo forte, intenso, che a prescindere dagli anni trascorsi dalla sua stesura, si rivela comunque attuale e coinvolgente.
    Paul, il protagonista principale della storia, è schizofrenico ed è intorno a questo suo essere diverso che si sviluppa l'intera trama. L'accettazione o il rifiuto di ciò, la fede che sta dietro alle scelte di Douglass, ma soprattutto il calore ed il sostegno della famiglia sono i perni attorno a cui ruotano i vari personaggi, ben delineati e capaci di suscitare simpatia e tenerezza - o anche solo rabbia, come nel caso di Angus - nel cuore del lettore.
    Paul la fa chiaramente da padrone, cattura immediatamente con le sue debolezze, i suoi timori, quella voglia di essere normale al solo scopo di rendere felice chi gli vuole bene e lo ha accettato; Paul, che cerca di trovare un lavoro, che si scontra con la parte oscura di sé, che alterna istanti di gioia a momenti di puro terrore e che vorrebbe scappare ma che, in fondo, chissà, potrebbe anche restare... e magari guarire.
    Un intreccio che alterna luci ed ombre, affetto e disinteresse, bontà e cattiveria. La fede fa da sottofondo a tutto, rivelandosi un sostegno fondamentale per tutti i protagonisti, anche se in modo completamente diverso per ciascuno di loro! C'è chi, grazie alla fede, si mette al servizio degli altri e si vota alla boontà; chi, al contrario, la "sfrutta" solo per cercare di superare il dolore di una perdita o per dare a qualcuno la colpa della propria sofferenza.
    Un romanzo interessantissimo, con uno stile fluido, diretto, chiaro; davvero un romanzo da leggere.
    (M.F.S.)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy