Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Fantasy

Trama:
Effie Truelove è un'alunna dell'Accademia Tusitala per Ragazzi Dotati, Problematici e Bizzarri, un edificio strano e misterioso dove imperversa un'insegnante così terribile che fa venire gli incubi ai suoi studenti. Effie crede nella magia, proprio come suo nonno Griffin, che però non vuole parlarne né insegnarle nulla. Un giorno il nonno tanto amato è vittima di un'aggressione e finisce in condizioni critiche all'ospedale. Così incarica la nipote di prendersi cura della sua biblioteca. Ma un oscuro collezionista di libri antichi le ostacola la strada appropriandosi di tutti quei volumi, tranne uno. Quando Effie apre quel libro misterioso viene catapultata in un altro mondo, affascinante e al tempo stesso pericoloso. Qui si troverà ad affrontare la Diberi, un'organizzazione segreta che pianifica di distruggere l'intera umanità. Per Effie è impossibile farcela da sola e dovrà chiedere aiuto a degli amici molto speciali...

Recensione:
Il drago verde è senza dubbio un fantasy, col suo mondo alternativo e la sua dimensione magica, con eroi, guerrieri, streghe, maghi, draghi, principesse e guaritori, ma soprattutto è una deliziosa fiaba.
Scarlett Thomas con la sua scrittura personale e caratteristica, cattura l'attenzione del lettore fin dalle prime righe, trasportandolo nel suo bizzarro universo.
Una storia che si svolge nell'arco di due giorni con dei giovanissimi protagonisti, Effie, eroina undicenne e i suoi quattro amici, ragazzi che scopriranno di essere molto speciali, perché in un mondo che non crede alla magia loro la posseggono e useranno i poteri appena scoperti a fin di bene.
La trama è avvincente e affatto complessa, facile da seguire contiene una bellezza tutta sua, rendendo questo libro perfetto per i ragazzi e per tutti coloro che amano i libri che permettono di sognare.
I personaggi sono delineati con chiarezza e la loro inclinazione al bene o al male è netta e di immediata percezione. I luoghi del romanzo hanno nomi strani e simpatici come la Scuola Tusitala per ragazzi dotati, problematici e bizzarri, che restano in mente con facilità.
Il ritmo è brillante, senza capitoli morti e privo di divagazioni.
Particolarmente interessante è il filo conduttore che l'autrice usa come mezzo per legare l'intera vicenda: i libri.
Ci sono libri che vanno interpretati, come quelli della terribile insegnante d'inglese che costringe i suoi alunni ad improvvisarsi attori per comprendere appieno i sentimenti espressi nelle commedie.
Ci sono libri che trasportano in altre dimensioni e che una volta finiti concedono doni al lettore. Libri da amare, proteggere e custodire.
Libri bramati dai cattivi che li rubano per leggerli e in seguito distruggerli per accumularne i poteri.
Il drago verde assume così il ruolo di allegoria per permettere ai giovanissimi lettori di innamorarsi della lettura e dei romanzi.
E' bellissima la descrizione dei libri fatta dal nonno di Effie, di come possano catturare il lettore e trasportarlo al loro interno e come il lettore stesso li arricchisca coi propri ricordi e con le sue particolari emozioni. I libri sono visti come entità vive che ad ogni lettura acquistano potere e magia.
Non è un caso nemmeno che sia un anziano ad avvicinare una ragazzina alla propria biblioteca, ponendo l'accento sulla continuità del sapere tramandato di generazione in generazione.
Una favola per imparare, per sognare. Una favola per chi ama i libri e per chi ad amarli inizierà.
(Tatiana Vanini)

Leggi anche:
L'intervista all'autrice



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy