Logo Libri e Recensioni

LIBRI DA LEGGERE RECENSITI DI RECENTE

Libri da leggere assoutamente dopo una attenta riflessione sulla nostra recensione


Rapsodia su un solo tema
Nel 1996 Ethan Prescott, giovane compositore di Philadelphia, si reca più volte in Russia a incontrare l'anziano collega Rafail Dvoinikov, per una lunga intervista che è anche l'omaggio di un discepolo nei confronti di un maestro quasi dimenticato. Il titolo del progetto, Rapsodia su un solo tema, rimanda a una delle partiture più emblematiche di Dvoinikov.
Il vecchio rievoca infanzia e giovinezza, incontri, amori...
[...leggi la recensione di questo libro]

Anelli di fumo
Tratta di un decennio (dal 1958 al 1968) della vita di uno studente bolognese che ha avuto la fortuna temporale (se non anagrafica) di essere spettatore del periodo più nuovo, fattivo, innovativo, creativo, importante, bello sotto tutti gli aspetti, del secolo scorso...
[...leggi la recensione di questo libro]



Maschi sotto scacco
Un incontro fortuito trasformerà le vite di Paola e Filippo, scatenando la nascita di un intenso rapporto d'amore. Pur sposata, Paola riuscirà a dividersi tra le esigenze della propria famiglia e le necessità dell'amante. Bravi nel nascondere a tutti questa relazione, si scontreranno con i sospetti di Pietro, marito di Paola, giungendo ad una inattesa conclusione...
[...leggi la recensione di questo libro]

Aspesia blues
Alba degli anni '90, alba di un giorno qualunque nella soffocante estate di Aspesia, nel ventre profondo della provincia laziale. Tra il vocio familiare della televisione e le note lontane dei Cure una è la domanda ineludibile, inevitabile, che assilla i sensi ancora confusi di Pietro: cos'è successo ieri notte? Questa domanda prende per mano il lettore e lo accompagna tra le pagine del romanzo, in una discesa agli inferi che ha le voci dei cinque protagonisti, antieroi di una...
[...leggi la recensione di questo libro]

Il treno va, per la terra degli angeli
Una storia profonda dai risvolti filosofici. Un testo dove il protagonista sale su di un treno che lo porterà lontano, un viaggio fisico ma soprattutto mentale, una riscoperta dell'anima. Una riflessione costante. "Siamo esseri liberi, ma questa è solo l'apparenza che ci inganna. Tutti noi siamo legati a qualcosa... tutti noi siamo in un modo o nell'altro vittime".
Salvatore Palmieri, mettendoci di fronte alla cruda...
[...leggi la recensione di questo libro]

Giorno 10, binario 10, ore 10
Giacomo è un ragazzo come tanti altri, che vive la sua giovinezza tra la scuola e gli amici, ma si tiene dentro un segreto, tanto grande quanto difficile da confessare nel momento in cui viene scoperto. Dichiarare di essere gay in un mondo pieno di pregiudizi verso gli omosessuali è una scelta coraggiosa e lo è oggi, come lo era, forse ancor di più, vent'anni fa, il giorno in cui Giacomo decise di raccontare al suo migliore amico la sua vera identità. Un romanzo...
[...leggi la recensione di questo libro]



Ancora il mattino
Una appassionante narrazione delle vicende di un gruppo di giovani nella Genova degli anni '60, dove le storie d'amore e di sesso, di amicizie ritrovate o perdute, le riflesse implicazioni storiche e politiche, tutto viene vissuto con quel senso dell'avventura tipico di quella generazione, ribelle e trasgressiva.
Nell'intrecciarsi dei singoli destini, narrati con uno stile secco e di grande suggestione d'immagini, emerge il vissuto dei protagonisti...
[...leggi la recensione di questo libro]

Il castello dell'acqua
La saga di una persona e di un'epoca dal minuscolo mondo contadino delle valli Trentine, fino a Roma, dove comincia il fascismo, nasce il cinema, ci si prepara alla guerra.
Sabina, la donna protagonista del romanzo, riesce con i suoi modi semplici ed umili, uniti alla caparbia volontà, a costruire un piccolo impero economico. Sogna un castello, rimpiange un amore mai dimenticato, ripassa la propria vita...
[...leggi la recensione di questo libro]

Mamma senza paracadute
Laura vive a Firenze, è addetta stampa di un parlamentare, ha un compagno con cui tutto va bene e una vita piena di lavoro, quando scopre di essere incinta. Attraverso il conflitto quotidiano con montagne di problemi pratici, le riflessioni rubate nei ritagli di tempo, le chiacchierate con le amiche, i colleghi, le madri, le suocere, Laura si costruisce il mosaico del proprio ideale di maternità, lontano dalla retorica e dai luoghi comuni. Il romanzo di Lidia...
[...leggi la recensione di questo libro]

Viaggio al limitare del tempo
Al confine tra la veglia e il sonno esiste una terra in cui il tempo e lo spazio sfuggono al controllo della coscienza. Lì dove l'immaginazione è padrona, lo Spirito può aprire le ali e volare libero da condizionamenti esterni, la mente può attraversare luoghi inesplorati per avvicinarsi alla conoscenza profonda del Sé. Il viaggio è il topos per eccellenza delle favole, la rappresentazione di un mutamento, di un cambiamento interiore che si rispecchia...
[...leggi la recensione di questo libro]



Come pagina bianca
Diario di un ragazzo interrotto, una storia di alienazione: chiuso nelle quattro mura di un ospedale psichiatrico, un paziente scrive ad un'amata immaginaria delle lunghissime lettere nelle quali racconta il suo passato, il suo presente, se stesso. Intrappolato nella sua prigione bianca, il protagonista si aggrappa alla memoria, cercando di ricreare l'ordine cui è stato strappato, nel disperato tentativo di conservare qualcosa di sé. Un libro intenso, colto, visionario...
[...leggi la recensione di questo libro]

iostoconletartarughe
E' un percorso tortuoso nella storia e nei ricordi di Simonetta. Una corsa ad ostacoli affannata tra immense gioie e profondi dolori. Un giro sulle montagne russe, tra slanci vitali e abissi oscuri.
L'autrice propone se stessa senza filtri, veli o schermi, perché Lei è quel che è. Una raccolta di episodi personali, privati e intimi, si sgrana tra queste pagine, nel tentativo di restare a galla il più possibile. Ci sono parole dure che fanno male accanto a parole dolci...
[...leggi la recensione di questo libro]

Si è fatto tardi
Due storie, due vite: quella di Massimiliano, giovane laureato che cerca di diventare avvocato, e quella di Ciro, che ha scelto la "lotta armata" che dovrebbe portare alla rivoluzione. Due strade che per caso s'incrociano, costringendo entrambi ad una riflessione che mette in discussione le loro scelte, quando Ciro, scappando da un covo di brigatisti, si nasconde in casa di Massimiliano, che così si trova, suo malgrado, a dare un contributo fattivo alla causa...
[...leggi la recensione di questo libro]

Non mi basteranno due occhi per piangere
La diciottenne dominicana Alessia si trasferisce in Italia per inseguire il sogno di fare la ballerina ma si ritrova in breve invischiata nel mondo della prostituzione. In fuga dal passato e da un problematico rapporto con la madre, Alessia tenta di costruire rapporti che possano redimerla e darle forza per affrontare il futuro, dapprima con un'amica e in seguito con un uomo, ma entrambi falliscono. Un romanzo psicologico-intimistico dove la storia...
[...leggi la recensione di questo libro]



Il sogno di Alda
"Dopo aver saputo della morte di Alda Merini, sono rimasta in silenzio per tutti i giorni seguenti leggendo e meditando tutto ciò che veniva riportato sulla stampa e mediante internet. Il venerdì successivo, in mattinata, la mia mano, guidata da non so quale imput, ha cominciato a scrivere. Le parole sono uscite spontaneamente. Alla fine, quando misi il titolo 'Canto ultimo per Alda Merini', la mia mano tremava...
[...leggi la recensione di questo libro]

Diario di sopravvivenza
Luca entra ogni mattina a lavoro prima delle 8:00. Se entri prima esci prima, il cartellino timbrato non può mentire. Il lavoro lo fa bene Luca, è un ingegnere intelligente, forse un po' troppo critico verso ciò che vede nel suo ambiente di lavoro. Ciccio, il capo del suo ufficio - ma sopra di lui nell'azienda ce ne sono molti altri - è un prototipo del manager...
[...leggi la recensione di questo libro]

Con gli occhi di Amalia
Carlo si è separato dalla moglie e ha dovuto accettare di vivere lontano anche da sua figlia, che è una bambina "difficile" che lui adora. Nell'appartamento in cui si sistema da single è costretto da una serie di circostanze a ospitare la gatta Amalia, che già viveva là prima della morte della sua padrona. Ai problemi personali e di convivenza forzata con la gatta, a cui Carlo fatica ad adattarsi, si aggiungono presto altre difficoltà e ostacoli che gli rendono...
[...leggi la recensione di questo libro]

L'ombra del lupo
"L'ombra del lupo, così chiamava l'insieme di idee, pensieri e inquietudini che creavano in lui quell'estenuante stato di angoscia; era questa un'immagine legata alla sua primissima infanzia, quando, all'età di cinque anni, si trovava a trascorrere le notti da solo nella sua camera e la piccola luce accesa sul suo comodino proiettava sul muro le ombre più varie. In ciascuna di queste Edward non vedeva che diverse prospettive dell'ombra del lupo...
[...leggi la recensione di questo libro]



La montagna dei vecchi tricicli
Un mago che vende immobili nell'aldilà, un povero insegnante precario che per disperazione si trasforma in un serial killer, un'attrice porno che fa beneficenza, un imbianchino che insoddisfatto della vita sceglie la bottiglia, un luminare che uccide per errore dei microbi alieni e impazzisce, un parcheggiatore abusivo che si trasforma in uno scrittore di successo, un campione sportivo ritrovato, un vegliardo che distrugge il palazzo in cui vive, un...
[...leggi la recensione di questo libro]

Donne, Daparox e incredibili fobie
C'è un ironico psicoanalista che si diletta con il cabaret e un tassista che mangia arachidi tostate per scaricare la tensione. C'è la ragazza che abita al palazzo di fronte, seconda finestra a sinistra partendo dal balcone con il cactus enorme, e quella del quinto ombrellone, sempre a sinistra.
C'è chi vorrebbe provare a spiegare una voce (ma si può spiegare una voce?) e un bambino che non riesce a capire qual è la logica...
[...leggi la recensione di questo libro]

Non ora, non qui
"Questo breve e intenso primo libro di Erri De Luca porta già impressi in ogni frase - mi sembra - i segni di un vero scrittore: un tono di voce che appena si coglie diventa inconfondibile, e la integrità di uno sguardo che sa mettere nel giusto fuoco i pensieri e i sentimenti. Qui la memoria non è consolazione, ma è un dramma, e il tempo gioca un suo gioco crudele stabilendo distanze insormontabili tra chi narra e la materia del proprio racconto. Una...
[...leggi la recensione di questo libro]

Fiore crudo
Aveva un tatuaggio sul seno destro, un piccolo fiore stilizzato che apriva la corolla a chela attorno al capezzolo bruno. Non osavo muovermi. Ero incatenata nell'ammirazione del corpo di Tabata. Stentavo a respirare. Chiusi gli occhi. La visione del vento. Le cellule della femminilità si risvegliavano dal lungo letargo. Portavano alla luce gli infiniti tesori nascosti nel mio corpo di donna. Accostai la bocca a quel fiore, lo mordicchiai. Mi parve di sentire...
[...leggi la recensione di questo libro]



Teorema del devastatore
Un Devastatore prima o poi lo abbiamo incontrato tutti. E' quell'ex con il quale non abbiamo mai veramente chiuso, perché è incastrato nel limbo degli indimenticabili. E' un file che rifiuta di farsi cestinare, un bug di sistema. E' un untore, portatore (in)sano di una malattia sentimentalmente trasmissibile che induce insoddisfazione, bisogno di nascondere i sentimenti veri, paura di concedersi. Romeo è un trentenne insoddisfatto, studia architettura con lentezza, ha una...
[...leggi la recensione di questo libro]

Baltika
Ogni tanto rileggo quanto scritto, come ho appena fatto. Mi rendo conto che gestisco male il tempo, che salto senza preavviso, e che forse quello che vorrei comunicare si confonde da qualche parte sulla linea degli anni e dei minuti che passano. E' che non posso fare altro, sono prigioniero di punti specifici ancorati al passato, e che sfiorano appena il presente. E i punti si collegano nei ricordi che ho senza un filo predefinito, rumori che richiamano frasi, parole...
[...leggi la recensione di questo libro]

L'isola di Paris
Protagoniste di questi racconti sono le tracce che le persone lasciano di sé: le impronte di dita sulle finestre, il pentolino con l'acqua per il tè, l'odore che resta nei capelli dopo una visita nelle vite degli altri. Piccole cose che costruiscono un'intimità, e che raccontano una storia. A volte, però, qualcosa sfugge o si nasconde, perché non tutto si può inventariare, non tutto si può condividere: certi dubbi, ad esempio, o il rancore, la sensazione...
[...leggi la recensione di questo libro]

Caos calmo
Pietro Paladini può dirsi un uomo fortunato: ha un lavoro che gli dà grandi soddisfazioni, una donna di cui è innamorato, una figlia di dieci anni. Ma un giorno di fine estate, mentre al mare salva una sconosciuta dall'annegamento, accade l'imprevedibile. E nella vita di Pietro si apre una piega che ingoia tutto. In quello stesso istante, infatti, a chilometri di distanza la sua compagna viene stroncata da un malore. Incapace di affrontare il presente, Pietro comincia...
[...leggi la recensione di questo libro]



Il giorno della Iena
La storia di come uno scrittore di testi per emittenti radiofoniche che vive col fantasma di un partigiano fucilato con la passione per la raccolta differenziata, un killer sofisticato, uno studente di lettere no global che distribuisce volantini per una catena global, un rosticciere che vuole importare porchetta a Londra con un nonno "avanti", un uomo-pillola ed una ragazza dark, un suicida per una ballerina di Pigalle, un cornuto per colpa del gommista, ed infine quattro...
[...leggi la recensione di questo libro]

Le départ. Imballaggi per anime in volo
Un Corto Maltese dei giorni nostri vive sospeso tra il suo profilo da pianista e la sua professione di steward aereo. In una città densa di fisicità ma senza nome, si scontrano i pensieri di questo neo 30enne immerso nella sua incertezza esistenziale. L'incontro di un'apparente femme fatale e di un uomo artista misterioso riveleranno una realtà inaspettata in cui tutto è il contrario di tutto...
[...leggi la recensione di questo libro]

Come artemisia
Gli otto racconti contenuti in questa raccolta sono diversi per contenuto e genere, ma in qualche modo collegati tra loro da fili di una memoria antica e fantastica, dove la realtà e i sogni si confondono e si amalgamano. Come l'artemisia genera l'assenzio dorato esalante fumo assuefacente, così la memoria da ricordi annebbiati riporta alla luce fantastiche chimere. Ognuno dei racconti è figlio sia dell'immaginario, sia del vero, come del resto lo è...
[...leggi la recensione di questo libro]

RomAmoreMorte
Un libro, quattro scrittori, quattro racconti in cui i personaggi vivono e uccidono, camminano, strisciano, parlano, e i pensieri muoiono.
Racconti che sporcano di quotidiano il mondo astratto delle parole.
Sono storie di emarginazione, di violenza, di sesso, di amore impossibile da comunicare e destinato a finire in maniera dolorosamente tragica. Sono storie che si svolgono a Roma, una Roma di panni stesi, autobus sporchi...
[...leggi la recensione di questo libro]



Confessioni di un evirato cantore
Venezia, marzo 1791. Un agguato a sorpresa, nel pieno di un incontro amoroso. Un omicidio. Poi il risveglio notturno. La scelta sofferta di un anziano possidente che si confessa con un giovane prete di campagna ai confini tra il Naviglio e l'Adda. Si apre così uno squarcio sulla vita di Luigi Marchesi, primo sopranista del Teatro alla Scala, tra successi e pericoli, peripezie e compromessi, in una città divisa tra la dominazione austriaca e l'avvento di Napoleone...
[...leggi la recensione di questo libro]

Romanza di Zurigo
Zurigo narrata per brevi, fulminanti mosaici, nei quali la città si fa scenografia, causa, pretesto, protagonista, occhio spione, fondale di cartone e beffarda spettatrice, Zurigo liquida e ordinata, che testimonia e partecipa ad umanissime vicende, ad amori disperati, a nostalgie che emergono come un rigurgito da ricacciare indietro, Zurigo che allarga le braccia a personaggi impensabili, quelli che popolano il mondo parallelo in cui la protagonista-narratrice...
[...leggi la recensione di questo libro]

Parada Ópera
Un giornalista italiano vive in Spagna fin da bambino. Innamorato dell'Andalusia, e avviato nella professione, decide di raccontare gli sporchi intrecci fra politica e affari nella Marbella degli anni Novanta. Gli costerà caro: verrà isolato e schiacciato psicologicamente. Sarà vittima di una campagna denigratoria che gli farà perdere la fiducia in se stesso, e l'amore per il lavoro. Forzato a trasferirsi a Madrid, si lascerà vivere fra eccessi e frustrazione professionale...
[...leggi la recensione di questo libro]

Sognando l'isola
La baciai sulla guancia e, se avessi potuto, avrei preso una stella, la più luminosa, e gliela avrei regalata. Le dissi, con un coraggio mai avuto ma che mi rese orgoglioso data l'importanza di quella serata: "Sei splendida, non svegliarmi, ti prego, sicuramente sto sognando!"...
[...leggi la recensione di questo libro]



Rumori di fondo
Il fumo di una sigaretta che, come una candela, serve a ricordare la giovinezza di chi non c'è più, e una stazione, dove partono treni che sono sentinelle della memoria per i vagoni che facevano viaggi senza ritorno verso la Germania; un angelo che non ce la fa più a vedere altro dolore; un gioco che distoglie gli uomini dalla vita vera... L'umanità descritta in questi coinvolgenti racconti è accomunata da situazioni particolari che illuminano di nuova luce vite che fino...
[...leggi la recensione di questo libro]

Necrophylia
Un viaggio nella mente malata di un uomo qualunque. Potrebbe essere il tuo compagno di banco, un tuo collega, un vicino, comunque uno nascosto dietro la maschera della normalità. Potrebbe essere il riflesso che ti osserva dallo specchio quando ti fai la barba. A cavallo tra la più nera follia e la più irrequieta lucidità. Un'immagine quotidiana vissuta tra vita e morte. Si ha sempre l'impressione di non vivere ma di sudare l'esistenza. Un romanzo...
[...leggi la recensione di questo libro]

La rinascita della grande dea dell'amore
Si innalzava lento, carico d'indugio e voluttuosa armonia. Creava figure strane nell'aria: icone antiche di draghi e santi guerrieri, o castelli mitici che si dissolvevano in atmosfere rarefatte e irreali. Sulle sue dolci mistiche spire avrei voluto adagiarmi, per lasciarmi poi trasportare su, sempre più in alto, fino a quando le morbide trame impalpabili si fossero sfilacciate e mi avrebbero fatto precipitare giù in basso, accolto su nuovi, soffici arabeschi di...
[...leggi la recensione di questo libro]

Ineffabili teste d'uovo
Cinque intellettuali à la page, accusati di essere eversori dell'intelligenza legalizzata, devono sottoporsi a terapia psichiatrica a causa di una pièce: lo scrittore l'ha scritta, il regista l'ha messa in scena, l'attore l'ha interpretata e il giornalista l'ha recensita con grande entusiasmo. La dottoressa Ortensia Schiavo d'Ambra, incaricata dallo Stato, deciderà se la loro intelligenza è legale e potranno essere reintegrati, o se dovranno finire ai lavori forzati...
[...leggi la recensione di questo libro]



Il labirinto degli specchi
Nei suoi racconti, un accavallarsi di immagini seguendo le quali non si riesce più a distinguere il confine tra realtà e fantasia, tra vita vissuta e finzione ispirata. (Fernando Picchi)
Raccolta di racconti brevi, solo apparentemente tra loro indipendenti, a cominciare dall'introduzione: anche questa si trasforma in racconto, per chiudersi all'ultima pagina del libro. Dalla giovane penna...
[...leggi la recensione di questo libro]

Le meccaniche dell'infelicità
Sette giorni nella vita di Giacomo Andreatti, 48 anni, medico di base con l'hobby della scrittura che torna nella sua città, in seguito alla morte del vecchio padre. Sono passati venticinque anni e quel posto ha cambiato decisamente volto. Le attività economiche e politiche sono regolate da un'unica abnorme azienda-istituzione. La società è militarizzata, legalizzati gli stupefacenti, vietata ogni pratica sportiva, abolita ogni forma di imprenditoria privata...
[...leggi la recensione di questo libro]

La metà di credere
C'è una domanda, nella vita di Perseo. Che attende una risposta. La risposta non può arrivare subito, occorre Tempo. Ma il Tempo è un nemico e, per vincerlo, Perseo ha solo la memoria. I ricordi sono lanterne. Che lui può accendere, nel buio della notte. Cosa sarebbe il suo oggi, senza i ricordi? Nulla. E mai. Per fortuna loro ci sono. A zittire, per un attimo, l'insopportabile ticchettio. A bloccare, per un po', le instancabili lancette...
[...leggi la recensione di questo libro]

Il segreto dei Colber
Judy Colber ha 17 anni e vive in un piccolo paese australiano, in una famiglia apparentemente normale. I suoi genitori, però, sembrano tenerle nascosto qualcosa relativo al loro passato e a quello di Mary Jane, la zia della ragazza. Judy non ha idea di come scoprire la verità, almeno fino a quando non ritrova per caso un vecchio diario, appartenuto proprio ad un membro della sua famiglia. In quelle pagine è narrata una storia che...
[...leggi la recensione di questo libro]



Sotto l'albero di mimosa
A volte capita di chiudere gli occhi e di immedesimarsi nelle donne che ci hanno preceduto. Coloro che hanno patito e sofferto, combattuto e sacrificato se stessi per darci la libertà, la possibilità di scelta che abbiamo oggi, e ci chiediamo che volto potevano mai avere quelle eroine che hanno vissuto la propria quotidianità in funzione di un avvenire ancora lontano. "Sotto l'albero di mimosa" è il volto di queste donne che con coraggio e amore si sono...
[...leggi la recensione di questo libro]

La legge del più forte
Francesca è una ragazza che abita in un piccolo paese del Sud dell'Italia e lì vive il dramma di una gravidanza che lei desidera fortemente ma che i genitori, e in particolare la madre, non accettano e contrastano. Questa circostanza e la solitudine che ne conseguirà, in breve tempo le permetteranno di avere una visione completa del reale che prima non era riuscita a cogliere e la costringeranno a diventare adulta, attraverso...
[...leggi la recensione di questo libro]

Un'altra Julia
Nitto è un uomo duro, legnoso, il suo sogno è possedere un grande fondo. La nascita di una nipote, Leda, lo riempie di speranza: attraverso un matrimonio combinato potrà finalmente ingrandire il suo regno. Tutto pare procedere secondo i suoi progetti e Leda a tredici anni si ritrova fidanzata con Tindaro, figlio adorato di Tino ed erede della sua terra. Ma come in un vero incubo la situazione precipita, una disgrazia inimmaginabile si abbatte...
[...leggi la recensione di questo libro]

Ufollia
La storia incredibile del giovane ingegnere Davide Giorgi, che alle porte del terzo millennio si trova a dover fronteggiare una minaccia oscura, indefinita, forse proveniente da forze degli inferi, oppure da alieni tanto astuti e malvagi quanto invisibili, oppure dalla sua stessa follia.
Una minaccia che prende forza da quello che sembra essere un antico patto luciferino tra Ravenna...
[...leggi la recensione di questo libro]



Prendimi l'anima
Il titolo è un invito, un monito ad accogliere i pensieri e le emozioni della giovane autrice, Argeta Brozi. E' lei stessa a chiarirne il significato: "Prendimi l'anima perché chiunque legge il libro - e quindi lo 'prende' - si appropria di una parte di me: legge le mie emozioni, i miei sentimenti, i miei personaggi... ".
I racconti vanno intesi quindi come doni, oggetti di condivisione con il lettore, al quale offre attimi strappati...
[...leggi la recensione di questo libro]

Portale letteratura
Una storia dalle tinte tenui e delicate. Un'istantanea sulla realtà della generazione degli anni '60 attraverso la lente d'ingrandimento dei rapporti umani, dell'amore, di internet e in particolar modo della letteratura. Una cornice che racchiude in sé molteplici significati e che stimola riflessioni amare, a tratti divertenti, sui legami familiari e l'amicizia, e dove il protagonista si interroga sulla propria, sottile inadeguatezza...
[...leggi la recensione di questo libro]

Le parole che non scrivo
Per la band, il mondo si divideva in Rock e in pop. Il Rock era la verità assoluta, il pop la finzione. Il Rock erano loro con il loro pensiero, il loro modo di vestire, la loro musica, la loro vita. Il pop erano quei fighettini e quelle puttanelle snob del centro commerciale. Il Rock era un sasso volgare. Il pop una colorata gemma di bigiotteria...
[...leggi la recensione di questo libro]

La porta del mare
In un paesino sul mare ha inizio la vicenda di Giuseppe, un ragazzo come tanti, che decide di abbandonare la sua terra per andare a studiare a Milano. Sognatore, sensibile e romantico, Giuseppe affronta la vita con la leggerezza e l'inquietudine dei suoi vent'anni, che lo portano a compiere delle scelte che modelleranno per sempre la sua esistenza. Finché un destino cinico e inesorabile lo costringerà, in una sorta di resa dei conti...
[...leggi la recensione di questo libro]



Io non ho paura
In questo romanzo Niccolò Ammaniti va al cuore della sua narrativa, con una storia tesa e dal ritmo serrato, un congegno a orologeria che si carica fino a una conclusione sorprendente e mette in scena la paura stessa. Michele Amitrano, nove anni, si trova di colpo a fare i conti con un segreto così grande e terribile da non poterlo nemmeno raccontare. E per affrontarlo dovrà trovare la forza proprio nelle sue fantasie di bambino, mentre il lettore assiste...
[...leggi la recensione di questo libro]

La signora del caviale
"La signora del caviale" narra di una comunità di pescatori di storioni nel basso corso del fiume Po, vista attraverso gli occhi del giovane nipote del capostazione del paese. Un intreccio di uomini e storia, all'ombra della seconda guerra mondiale. A tenere le fila della vicenda la presenza, discreta e distante, della signora del caviale. Lei, ebrea, scompare con le leggi razziali e assieme a lei finisce per sempre l'epoca del caviale del Po...
[...leggi la recensione di questo libro]

Lettera a un bambino mai nato
Il libro è il tragico monologo di una donna che aspetta un figlio guardando alla maternità non come a un dovere ma come a una scelta personale e responsabile. Una donna di cui non si conosce né il nome né il volto né l'età né l'indirizzo: l'unico riferimento che ci viene dato per immaginarla è che vive nel nostro tempo, sola, indipendente e lavora...
[...leggi la recensione di questo libro]

La solitudine dei numeri primi
Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. E' una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. La lasciamo sulla neve credendo che morirà assiderata. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza...
[...leggi la recensione di questo libro]



Dannati danni
Non tutti i milanesi sono belli, ricchi, biondi e fortunati e si incontrano all'happy hour. Molti, chi più chi meno, non hanno altra scelta che arrabattarsi fin da quando sono piccoli inventandosi di tutto per resistere e sopravvivere, Questo romanzo racconta, in bilico tra comicità e dramma, la storia di una giovane donna il cui destino è segnato da quello della sua famiglia, i Danni. Nome che promette malissimo e che mantiene tutte le promesse...
[...leggi la recensione di questo libro]

L'estate muore
Una laurea in lettere e un pesante disturbo ossessivo non sono un buon viatico, per Enrico, al diventare grande. E per vivere la sua storia d'amore con Isabella, una ragazza solare ma segnata da uno strano segreto. Eppure Enrico inizia a lavorare come redattore editoriale alla pubblicazione del libro scritto da un anziano direttore di museo, vulcanico e affettuoso. Amare e lavorare, le due grandi prove per passare nel mondo degli adulti, sono qui ancora...
[...leggi la recensione di questo libro]

Fili di lana
"Un lavoro che parte da lontano per arrivare alle nostre anime come una folgore che ci illumina nel buio della porno-egemonia che ha invaso la società moderna e che sembra essere l'unico riferimento in atto. Un viaggio lungo le strade della perversione o, per un protagonista insaziabile, attraverso gli istinti irrefrenabili dell'eros che ne cattura la personalità e lo trasporta nell'oblio più profondo dove l'assenza di freni inibitori lo lasciano in balia della sorte...
[...leggi la recensione di questo libro]

Inchiostro vivo
Francesco Micheli è un giovane scrittore in cerca di successo, alle prese con la vita ripetitiva di una piccola città come Piacenza.
Senza alcun preavviso, a un certo punto nella sua esistenza irrompe l'amore perfetto, quello rincorso proprio nei suoi scritti. E' così che Francesco si accorge che il suo inchiostro sta diventando vivo e che può dare futuro e senso diversi al mondo che ha intorno soltanto scrivendo...
[...leggi la recensione di questo libro]



La testa fra le nuvole
Il romanzo d'esordio della scrittrice con, in appendice, "La dormeuse électronique", brano compreso nella prima stesura.
"Ruben è una parte del mio carattere che, con la saggezza degli anni, ho imparato a mascherare abbastanza bene ma che è sempre presente, che mi fa sempre scendere dalla parte sbagliata e imboccare con sicurezza le porte dei gabinetti, convinta che siano l'uscita sulle scale e conversare amabilmente...
[...leggi la recensione di questo libro]

Le farfalle non muoiono in cielo
Questo libro è dedicato ad Arin Ahmed rinchiusa in un carcere israeliano. Ho preso in prestito il suo nome per raccontare una storia simile alla sua. Ma anche a quella di migliaia di ragazzi palestinesi e israeliani.
Arin, che ha deciso di farsi esplodere, si è tirata indietro all'ultimo momento. Forse, all'improvviso, ha scoperto che, se c'è una ragione per morire per Gerusalemme, ce ne deve essere...
[...leggi la recensione di questo libro]




Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:





Norme sulla privacy